Il primo reato nello spazio è stato commesso da un astronauta. Ecco cosa è successo

di Chiara Compagnucci pubblicato il

L'astronauta ha negato di aver rubato l'identità della moglie mentre era in missione, ma i funzionari indagano sul primo presunto crimine nello spazio.

Il primo reato nello spazio è stato comm

Primo crimine commesso nello spazio

Ricordate questi nomi perché sono destinati a passare alla storia: Anne McClain e Summer Worden. La Nasa sta infatti indagando sul primo crimine commesso nello spazio, ma il presunto reato si riferisce a una disputa domestica sulla Terra. L'astronauta Anne McClain è stata accusata di aver violato il conto bancario del suo ex coniuge durante una missione di sei mesi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. La moglie di McClain, ex funzionario dell'intelligence dell'aeronautica estiva Summer Worden, ha presentato una denuncia alla Federal Trade Commission accusando McClain di furto di identità.

A sua volta, la famiglia di Worden ha presentato una denuncia all'Ufficio dell'ispettore generale della Nasa accusando McClain di aver allestito il tutto per ottenere la custodia del figlio di 6 anni. McClain e Worden sono adesso in fase di divorzio e il bambino è nato un anno prima che la coppia si incontrasse. Worden ha rifiutato l'adozione da parte di Anne McClain anche dopo il matrimonio nel 2014. Insomma, una storia che richiama alcuni dei passaggi della soap Beautiful.

Primo crimine commesso nello spazio

L'astronauta ha negato di aver rubato l'identità della moglie mentre era in missione, ma i funzionari indagano per quello che potrebbe essere il primo crimine commesso nello spazio. Dopo la separazione e in base alla ricostruzione dei fatti del marito, McClain avrebbe ripetutamente tentato di verificare la sua situazione finanziaria. Worden avrebbe quindi chiesto alla sua banca di verificare un utilizzo improprio del conto. L'istituto di credito avrebbe quindi scoperto un accesso dalla rete di computer della Nasa.

McClain, astronauta decorata della Nasa, era in missione per preparare la prima passeggiata spaziale per sole donne quando avrebbe avuto modo di accedere al conto bancario di Worden. La Nasa non ha commentato le accuse, ricordando solo che McClain ha una carriera militare riconosciuta, ha partecipato a missioni di combattimento in Iraq ed è uno dei migliori astronauti della National aeronautics and space administration, oltre ad aver fatto un ottimo lavoro a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

McClain ha confermato su Twitter di essere attualmente sotto inchiesta, ma esperti e funzionari della Nasa hanno rivelato di non essere a conoscenza di precedenti accuse di attività criminale nello spazio. Di recente Worden ha ricordato che il loro divorzio sarà portato a termine in ottobre, ma che non è stata fissata alcuna data del tribunale sul caso della custodia.

Dalla passeggiata per donne nello spazio alla Terra

McClain, di Spokane, Washington, è laureata a West Point e ufficiale dell'esercito che ha prestato servizio in Iraq come pilota prima di unirsi alla Nasa nel 2013. La donna, che è tornata sulla Terra a giugno, è quindi balzata agli onori delle cronache per essere stata una delle due donne scelte per la storica passeggiata al femminile nello spazio. Ma la missione è stata cancellata per mancanza di tute spaziali per donne. Da qui le accuse all'agenzia governativa civile, ma questa è un'altra storia.

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":