Mascherine che funzionano davvero per non prendere il coronavirus. Ecco quali sono

di Marianna Quatraro pubblicato il
Mascherine che funzionano davvero per no

Mascherine migliori non prendere coronavirus quali sono

Devono coprire coprono naso, bocca e mento, essere realizzate con materiale filtrante e avere marcatura CE: le migliori mascherine contro il coronavirus

La diffusione del coronavirus, dopo le centinaia di morti già provate e con il primo caso accertato in Italia, a Codogno in provincia di Lodi, spaventa particolarmente. Non ci sono sistemi di prevenzione, non ci sono vaccini per casi di contagio. L’unica accortezza che si può adottare per ridurre al minimo il rischio di contrarre questo virus, che ricordiamo si trasmette esclusivamente per via aera, è l’uso delle mascherine. Vediamo quali sono e come devono essere le mascherine che funzionano davvero contro il coronavirus.

Quali sono le mascherine che funzionano davvero per non prendere il coronavirus

Le mascherine che si dovrebbero acquistare e che dovrebbero funzionare davvero per non prendere il coronavirus sono quelle che coprono naso, bocca e mento e generalmente realizzate, o interamente o per la maggior parte, con materiali filtranti. Sono stati i produttori di Assosistema Safety a fornire indicazioni utili per ministeri, lavoratori e singoli cittadini affinchè si acquistino mascherine capaci davvero di proteggere dal contagio del coronavirus.

Secondo Assosistema, innanzitutt, le mascherine filtranti per essere efficaci e sicure nei confronti devono essere:

  • con marcatura CE;
  • conformi alla norma EN 149;
  • con numero dell’organismo di controllo che autorizza la commercializzazione;
  • filtranti, consigliate soprattutto le Ffp2 e Ffp3 che hanno un'efficacia filtrante del 92% e del 98%;
  • ben aderenti al volto.

Ciò significa che le semplici mascherine da chirurgo, che in realtà tanto si vedono in giro, non sono, in realtà, per nulla efficaci contro il coronavirus.

Il consiglio che danno gli esperti è anche quello di tenere una volta indossate per uscire e non toccare il viso con le mani ed evitare di togliere la mascherina per rispondere al telefono.

Le migliori mascherine contro il coronavirus

Alla luce delle indicazioni fornite da Assosistema, dunque, le migliori mascherine che funzionano davvero contro il coronavirus sono quelle con respiratori a filtro denominati antipolvere, cioè respiratori in cui l'aria dell’ambiente attraversa un filtro in grado di trattenere il materiale in sospensione, rendendo la stessa idonea alla respirazione.

Rientrano in queste tipologie di mascherina le semimaschere filtranti antipolvere, che coprono naso, bocca e mento, realizzate con materiale filtrante e particolarmente diffuse nelle strutture sanitarie, ottimo sistema di protezione contro rischi biologici.