Matrimonio da incubo, nonostante wedding planner e costi esorbitanti. Ecco cosa è successo

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Matrimonio da incubo, nonostante wedding

Matrimonio da incubo per la giovane coppia

La pianificazione di un matrimonio può rendere anche la persona più mite tesa e agitata. Ed è questa la ragione per cui molte coppie assumono un wedding planner.

Affidarsi a un wedding planner per l'organizzazione del proprio matrimonio è una buona idea? Dipende perché non sempre si incontra la persona giusta in grado di trasformare le parole in fatti e offrire tutto quanto promesso in termini di abito bianco, giardino, giardino, ricevimento, villa e fiori. Quando si tratta di pianificare un matrimonio, nessuno conosce i trucchi del mestiere meglio dei professionisti pagati che lo hanno già fatto innumerevoli volte. E poiché, attraverso prove ed errori, hanno visto cosa funziona e cosa no, i wedding planner sanno esattamente come allestire il meglio per il giorno più bello.

Ma non sempre e non per tutti perché, come dimostrato dal caso della coppia di giovani sposi di Vigonza che in pochi giorni è diventato un caso nazionale, la giornata più memorabile può diventare la più disastrosa di sempre. L'indice degli sposini è puntato proprio la wedding planner che avrebbe provocato danni e disastri tali da rendere necessario l'intervento dei carabinieri proprio nel giorno del matrimonio.

Matrimonio da incubo per la giovane coppia di Vigonza

Di certo c'è che la pianificazione di un matrimonio può rendere anche la persona più mite un po' tesa e agitata. Ed è questa la ragione per cui molte coppie assumono un wedding planner, purché si riveli quello adatto. A sentire la giovane coppia di Vigonza, quella ingaggiata si è meritata una bella denuncia per truffa.

Come raccontano al Corriere del Veneto, la wedding planner è stata individuata sul web e in poco tempo hanno raggiunto l'accordo che prevedeva il servizio completo ovvero l'organizzazione del ricevimento, l'abbellimento con i fiori, la spedizione degli inviti ai partecipanti in cambio di 15.000 euro, da pagare prima del fatidico sì. Peccato solo che, a sentire il racconto della sposa, lo spettacolo che si è presentato davanti agli occhi sarebbe stato imbarazzante: "Pentole sui tavoli con dentro cibo scotto che non avevamo concordato, non c'era il vino, le tovaglie erano sporche". Ciliegina finale, in tutti i sensi, è stata la torta di plastica.

La difesa della wedding planner

Da parte sua, la wedding planner si è difesa offrendo una versione dei fatti parzialmente differente (la torta di plastica era scenografica per i fuochi d'artificio e ci sarebbe stata anche quella vera) e una motivazione ben precisa alla base delle accuse. "La verità è che quei due avevano problemi di soldi e hanno escogitato questa strategia per ottenere un risarcimento". Spetterà al giudice scrivere la parola fine e accertare la verità, ma l'impressione è continuerà ancora a fare discutere sia a Vigonza e sia nel resto d'Italia come caso emblematico di conflittualità tra gli sposi e la wedding planner.

L'organizzatore di matrimoni è lì per aiutarti a progettare il giorno del matrimonio, organizzare la tua festa di nozze e garantire che tutto fili liscio nel rapporto con i vari venditori. Il lavoro può sembrare molto divertente, non evidentemente non è tutto così semplice e può presentare molti imprevisti.