Nuovo modulo autocertificazione coronavirus con quarantena da compilare e stampare. Cosa cambia

di Marcello Tansini pubblicato il
Nuovo modulo autocertificazione coronavi

Modello in pdf fac simile scrcabile

Nuovo modello di autocertificazione disponibile con una quinta voce da compilare sul non essere obbligati alla quarentena. Modulo in pdf fac simile scarcabile

Un nuovo modello di autocertificazione per l'emergenza coronavirus è stato reso pubblicato dal Ministero degli Interni e sarà necessario stampare e compilare questo modulo per poter uscire di casa in questo periodo

Rimangono validi i motivi che erano stati già in precedenza indicati ma ci sono alcune novità che rendono il modello più stringente e severo.

Le novità del nuovo modello per l'autocertificazione coranavirus

La prima novità riguarda una quinta voce, ovvero che ogni cittadino dovrà certificare di non avere gli obblighi di quarentena di due settimane che scattano qualora si è stati trovati positivi al coronavirus o si è entrati in contatto con una persona contagiata ed è stato indicato dai medici di rimanere, quindi, a casa

Non solo. Il modello dovrà esssere controfirmato al momento del controllo, dalle stessse forze dell'ordine che dovranno, quindi, accertare richiedendo i documenti la reale identità di chi fa l'autocertificazione. Questo, viene spiegato, per non dover allegare fotocopie di documenti

La decisione di creare questo nuovo modello è stata resa necessaria in quanto alcune eprsone sono state trovate fuori, in giro, pur essendo state trovate positive o con obbligo, comuqnue, di quarentena.

Da ricordare, che chi viene trovato fuori dalla quarenta obbligata, per i motivi sopra esposti, rischia fino a 12 anni di carcere per propagazione colposa di epidemia

Per il resto, rimangono le sanzioni sia civili che penali che già c'erano se viene scperta la falsa autocertificazione.

La novità relativa alla informazione della quarantena da inserire nell’autodichiarazione per uscire di casa si affianca a tutti gli altri dati che ogni cittadino doveva già inserire nell’autocertificazione. Ricordiamo che il modulo, da portare con sé sia che ci si sposti in macchina sia che ci si sposti a piedi, deve contenere il motivo dell’uscita e, come stabilito dal governo, gli unici motivi per cui si può uscire di casa sono:

  • motivi di lavoro;
  • motivi di salute;
  • motivi di comprovata necessità, per esempio andare a fare la spesa o recarsi in farmacia.

I caso di false dichiarazioni si rischiano due denunce per violazione dell’ordinanza di salute pubblica coronavirus e per dichiarazioni mendaci e relative sanzioni, che sono sia pecuniarie sia penali.

Denunce per mancate o false dichiarazioni per uscite

Con l’auspicio che non vengano presentate nuove false dichiarazione, stando a quanto riportano le ultime notizie, aumentano in tutta Italia le persone controllate e denunciate per inosservanza dei provvedimenti stabiliti nel corso dei controlli per il contenimento del contagio da coronavirus.

Secondo l'ultimo report diffuso dal Viminale, le persone complessivamente controllate in tutta Italia sono state 172.720, quelle denunciate solo ieri 229 sia per ‘falsa attestazione o dichiarazione a pubblico ufficiale’, sia per ‘false dichiarazioni sulla identità o su qualità personali proprie o di altri’.

Complessivamente ieri sono state denunciate 770 persone in più rispetto a domenica 15 marzo. Erano 665.480 le persone controllate dall'11 al 15 marzo e i denunciati nel periodo 27.616. Gli esercizi commerciali controllati ieri sono stati 97.551 e i titolari di esercizi commerciali denunciati sono stati 217 (97 in più rispetto a domenica). Per 22 esercizi commerciali è stata disposta la sospensione.

Link per scaricare qui