Piatti di plastica, richiamati da punti vendita. Pericoli per salute. E cinque altri cibi

Il Ministero ha richiesto il ritiro dei piatti di plastica di determinate marche. Ecco le cause

Piatti di plastica, richiamati da punti

piatti di plastica ritiro dal commercio per rischio contaminazione cibo


Sono stati richiamati piatti di plastica per problemi derivanti dalla salute colleti alla trasmissione di residui di plastica che potevano portare ai cibi. E non ci sono solo loro nell'ultimo periodo ad essere stati ritirati sempre nell'ambito alimentare.
 

E' un continuo richiamo di prodotti e questa volta pur non essendo alimentari convergono nello stesso settore ovvero servono per mangiare e questo chiaramente li rende assai sensibili per la nostra salute. E il caso dei piatti di plastica di cui il ritiro è stato richiesto.

Ritiro piatti di carta

Togliere dagli scaffali dei supermercati e negozi i piatti di plastica è stato richiesto dal Ministero della Salute. Sono i piatti di carta monouso prodotti da Sea Party ed Elios. I piatti sono stati prodotti T&M Trade & Marketing S.r.l, nello stabilimento di Bari

I piatti che devono essere ritirati sono di varie confezioni differenti per numero e dimensioni e sno di diversi lotti. Quelli di Sea Party sono i lotti indicati con le seguenti sigle 1SEAPARTYFO10, 1SEAPARTYPI12, 700SEAPARTYFO, 700SEAPARTYPI, 500SEAPARTYFO28, 500SEAPARTYPI30, mentre Elios hanno questi codici 1ELIOSFO8, 1ELIOSPI10, 700ELIOSFO12, 700ELIOSPI14, 500ELIOSFO18, 500ELIOSPI20

La motivazione è dovuta ad un riscontro di una maggiore migrazione di sostanze potenzialmente pericolose presenti nei piatti di plastica rispetto alla normativa attuale al cibo. Lo ha riscontrato in un test di controllo Arpe Puglia.

I ritiri nel mese di Ottobre

Inizia, dunque, con un nuovo ritiro il mese di Novembre, ma questa volta, come detto di prodotti non alimentari. Sono stati numerosi lo scorso mese, i prodotti ritirati con l'ultimo allarme che riguardava la carne a livello europeo per salmonella. Ma altri prodotti sono stati richiamati in via precauzionale come i croissant Bauli e il tonno Mareblu solo per citare i due più famosi. Tutti è giusto da sottolineare per scopi precauzionali dopo le analisi fatte dai vari laboratori.