Piramide di Cheope, una grandiosa scoperta. Eccola

La Piramide di Giza come luogo di concentrazione dell’energia elettromagnetica nelle sue camere interne: la scoperta di studiosi tedeschi e russi. Cosa prevede

Piramide di Cheope, una grandiosa scoper

Piramide Cheope grandiosa scoperta Eccola


La piramide di Giza sarebbe in grado di concentrare l’energia elettromagnetica nelle sue camere interne e di focalizzarla nello spazio sotto di sè: è questa l'ultima grandiosa scoperta fatta relativamente alla Piramide di Cheope.

Piramide di Cheope: una grandiosa scoperta

Stando alle ultime notizie riportate da uno studio condotto da esperti tedeschi e russi, la Piramide di Cheope avrebbe al suo interno quattro stanze, una dove sarebbe stato seppellito il faraone stesso, l'altra per sua moglie, la terza considerata un'esca o una trappola per i ladri e la quarta è stata recentemente scoperta dai fisici. Nelle mura dei corridoi che portano direttamente alla tomba di Khufu, gli archeologi hanno, infatti, scoperto canali che sono sempre stati considerati parti di un sistema di sicurezza che avrebbe dovuto proteggere il faraone dai tombaroli.

Gli scienziati hanno scoperto che la piramide concentra l'energia elettromagnetica nelle sue camere nascoste, dalla camera ideata per contenere i resti degli antichi regnanti ad una terza camera incompiuta che si trova sotto la base, e hanno dimostrato che la piramide disperde le onde elettromagnetiche e le focalizza nella regione del substrato.

Considerando il grande interesse per le piramidi, Andrey Yevlyukhin, coordinatore di tali studi all'Università ITMO di San Pietroburgo, ha spiegato che si è andato molto più a fondo nello studiare e ‘scovare’ novità all’interno delle stesse piramidi e una volta scoperta una nuova stanza nella Piramide di Giza si è deciso di guardare questa stessa come una particella che dissipa in modo risonante le onde radio. Si tratta, come sottolineato, di una scoperta che potrebbe avere diverse e importanti applicazioni pratiche. La nuova e grandiosa scoperta della Piramide di Cheope, considerata una delle meraviglie del mondo antico, sulle sue proprietà elettromagnetiche potrebbe portare la stessa piramide a diventare un modello per sensori e celle solari

Stando a quanto scoperto dagli scienziati, le onde radio che la Piramide in questione potrebbe diffondere potrebbero arrivare ad essere di un metro nell'intervallo tra 200 e 600 metri. Alla luce, infatti, della realizzazione della Piramide nella sua struttura e nel suo materiale, gli scienziati hanno dimostrato che la piramide interagisce realmente con le onde radio, accumulando la loro energia nella tomba del faraone e reindirizzandola al punto direttamente sotto la base della piramide dove si trova la terza camera.

Piramide di Cheope: la storia

La Piramide di Cheope fu realizzata a metà del terzo millennio a.C. per iniziativa del faraone Khufu (Cheope), rappresentante della quarta dinastia dell'Antico Regno. Si tratta di costruzione imponente, alta 145 metri, larga 230 metri e lunga 230 metri, che a tutt’oggi è una delle strutture più alte e più grandi mai costruite dall'umanità.

Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il