Raccolta differenziata nuove regole per coronavirus. Chi deve farla ancora e come

di Marianna Quatraro pubblicato il
Raccolta differenziata nuove regole per

Raccolta differenziata nuove regole coronavirus Chi come

Regole per la tradizionale raccolta differenziata non valida per positivi al tampone: come smaltire i rifiuti per coronavirus

Come funziona la raccolta differenziata ai tempi del coronavirus? Quali sono le nuove regole da seguire per la raccolta differenziata per coronavirus? E chi deve seguirle? In piena emergenza coronavirus ci sono precisazioni da fare anche in merito alla raccolta differenziata e come farla.

Si tratta di precisazioni e regole che valgono per tutti coloro che sono risultati positivi al tampone per coronavirus e deve trascorrere in casa il periodo della quarantena. Come fare la raccolta differenziata per coronavirus?

Raccolta differenziata nuove regole per coronavirus chi deve farla ancora

La raccolta differenziata come previsto da norme, con la divisione dei materiali e cioè vetro, plastica e metalli, carta e cartoni, umido, indifferenziato, deve continuare ad essere assolutamente seguita anche in questo periodo di piena emergenza coronavirus.

Tutti i cittadini sono tenuti a seguire le normali regole previste per la raccolta differenziata, avendo solo l’accortezza di buttare mascherine e guanti quando usati nella raccolta differenziata e i fazzoletti di carta usati in caso anche di semplice raffreddore sempre nella raccolta indifferenziata.

Unica eccezione alla normale raccolta differenziata è rappresentata dagli affetti da coronavirus: i cittadini che scoprono di avere il coronavirus perchè porisitivi al coronavirus e trascorrono la quarantena a casa, sia nel caso in cui siano asintomatici ma positivi al Covid-19, sia nel caso abbiano febbre e altri sintomi, non devono fare la raccolta differenziata.

Raccolta differenziata nuove regole per coronavirus come farla

Come devono fare raccolta differenziata coloro che sono positivi al coronavirus? La risposta è molto semplice: gli affetti da Covid-19 non devono fare la raccolta differenziata. Queste persone possono buttare tutta l’immondizia in un unico sacchetto in maniera indifferenziata avendo cura e premura di gettarlo quotidianamente.

In particolare, l’ISS, Istituto Superiore della Sanità, ha dato indicazioni per buttare l’immondizia se si risulta positivi al tampone o in quarantena obbligatoria, spiegando che in questi casi lo smaltimento dei rifiuti funziona come lo smaltimento dei rifiuti ospedalieri, per l’attenzione da porci ovviamente.

Le regole da seguire per la raccolta dei rifiuti per coronavirus sono le seguenti:

  • non fare la raccolta differenziata;
  • usare due o tre sacchetti nell’apposito contenitore per i rifiuti;
  • buttare qualsiasi rifiuto nel contenitore della raccolta indifferenziata, compresi fazzoletti, mascherine, guanti e teli monouso;
  • indossare guanti monouso per chiudere bene i sacchetti e non schiacciarli con le mani;
  • buttare i guanti usati per chiudere il sacchetto della spazzatura in un nuovo sacchetto (2 o 3 uno nell’altro);
  • lavarsi subito e accuratamente le mani;
  • buttare ogni giorno il sacchetto dell’indifferenziata.