Volare è sicuro? Da oggi si, su tutti i voli grazie a software di Ryanair

Ryanair lancia una nuova piattaforma in grado di garantire la sicurezza di tutti i voli grazie ad un costante monitoraggio: come funziona

Volare è sicuro? Da oggi si, su tutti i

Volare sicuro nuovo software Ryanair

Un nuovo software per volare più sicuri: è la novità lanciata da Ryanair per rendente sempre più sicuri i propri voli e permettere ai viaggiatori di volare sereni e tranquilli. Ma di cosa si tratta e cosa prevede il nuovo software di Ryanair?

Nuovo software di Ryanair: cosa prevede

La compagnia low cost Ryanair ha lanciato GlobalBeacon, piattaforma live di flight tracking realizzata per rendere più sicuri i voli. Si tratta di una piattaforma online che permette di avere il tracking in tempo reale del 100% degli aerei, con aggiornamenti sulla loro posizione minuto per minuto grazie alle capacità di analisi dei dati di FlightAware con l’interfaccia web e alla copertura di tracking globale di AireonSM.

Questa piattaforma offre, dunque, la possibilità di monitoraggio costante degli aerei che volano in tutto il mondo, a differenza di quanto accade oggi, considerando che i vettori europei attualmente sono obbligati dall’Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea a tracciare la posizione dei propri aerei con una frequenza di 15 minuti.

La rete Airon, grazie alle antenne ADS-B (Automatic Dependent Surveillance – Broadcast), traccia ogni aereo in moltissime parti del mondo, in modo da fornire tutti i dati più importanti come l’origine del volo, la destinazione, la rotta del viaggio, l’orario d’arrivo stimato.

I vantaggi del nuovo software Ryanair per viaggiare sicuri

Stando a quanto riportano le ultime notizie, sarebbero tanti e diversi i vantaggi offerti dalla nuova piattaforma Global Beacon, dalla copertura globale al 100% degli spazi di volo, compresi oceani, deserti e aree polari, alle informazioni in 4D sulla posizione degli aerei con un intervallo standard di almeno una volta al minuto, alla generazione automatica di registri con informazioni in 4D per gli aerei che si trovano in situazioni d’emergenza.

Inoltre, ad integrare, per quanto e se possibile, la sicurezza dei servizi offerta dalla nuova piattaforma, ci saranno anche i processi e gli strumenti già esistenti e già abitualmente impiegati per controllo dei voli e risoluzione di situazioni di emergenza e critiche.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il