Frammenti metallici, farina richiamata dal Ministero Salute e ritirata dalla vendita. Marca e lotti

di Luigi Mannini pubblicato il
Frammenti metallici, farina richiamata d

Ritrovati frammenti metallici in una farina di cocco. Allerta del Ministero della Salute

I consumatori che hanno acquistato uno di questi prodotti possono tranquillamente riconsegnarli allo sportello dove hanno fatto l’acquisto ricevendo anche il rimborso della cifra spesa per l'acquiso

Non c’è pace per i consumatori che sono costretti nuovamente a fare i conti con una possibile manomissione alimentare. Questa volta sono stati trovati alcuni frammenti metallici in una farina di cocco, precisamente della Baule Volante. Evento che ha spinto il Ministero della Salute a richiamare il lotto incriminato della farina in questione che è stata contemporaneamente anche ritirata dalla vendita. Il Ministero ha inoltre richiamato il cocco in polvere biologico della marca Fior di Loto in vendita presso i negozi di EcoNasturaSì. Il lotto interessato da questo provvedimento ed immediatamente ritirato dal mercato per quanto riguarda la farina di cocco è quello posto in scadenza il cinque ottobre del 2019.

Per quel che riguarda il lotto di cocco in polvere Fior di Loto è quello in scadenza il ventidue giugno del 2019, entrambi prodotti  a Rivalta Di Torino da Stella Food srl. I consumatori che in maniera del tutto inconsapevole hanno acquistato uno di questi prodotti che rientra nei lotti appena indicati possono tranquillamente consegnarli allo sportello dove hanno fatto l’acquisto (ricevendo anche l’apposito rimborso) così come ricorda anche il Presidente dello “Sportello dei Diritti” Giovanni D'Agata che ha battuto molto l’accento sul fatto che si tratta di un diritto che il consumatore, in questi casi, deve esercitare senza avere alcuna perplessità. Per visualizzare i richiami del Ministero, basta recarsi sul sito dell'istituzione e cliccare sul link "richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori" sotto la voce "Avvisi sicurezza".