Passeggero sbaglia volo, dopo 4 ore l'aereo torna indietro

L'incredibile disavventura capitata a 226 passeggeri decollati da Los Angeles e diretti a Tokyo a bordo di un velivolo della All Nippon Airways.

Passeggero sbaglia volo, dopo 4 ore l

Passeggero sbaglia volo, l'aereo torna indietro


Immaginate di salire a bordo di un aereo per un volo transcontinentale. E poi, trascorse un bel po' di ore, finalmente atterrate, magari con applauso finale per la correttezza e la precisione della manovra del pilota. Tuttavia, una volta scesi dall'aereo vi accorgete che siete al punto di partenza e con voi ci sono anche due vip. È quanto è accaduto a 226 passeggeri decollati da Los Angeles e diretti a Tokyo a bordo di un velivolo della All Nippon Airways. Tutto vero e tutto confermato con tanto di tweet da parte di alcuni passeggeri. Un viaggio di otto ore ovvero quattro con destinazione Tokyo prima della sterzata per tornare indietro all'aeroporto di partenza. Inevitabile che la vicenda conquistasse le pagine delle cronache locali per poi abbattere i confini nazionali e arrivare anche da noi.

L'aereo torna indietro perché il passeggero sbaglia volo

Ma cosa ha spinto il pilota a invertire improvvisamente la direzione del volo e tornare alla base di partenza in California? Molto semplice, ma per certi versi anche inquietante: la presenza nel velivolo di un passeggero non autorizzato. E allora, perché e come ha fatto questo intruso a salire a bordo con un biglietto della United Airlines e ad accomodarsi? Perché la procedura di emergenza è scattata solo dopo quattro ore di volo? Sono domande ancora senza risposte certe, ma è pur vero che le autorità statunitensi si sono mosse con tempestività e tutti i passeggeri, una volta tornati a Los Angeles, sono stati interrogati per ricostruire l'accaduto e comprendere se ci siano ragioni particolari alla base della vicenda. Fino a questo momento i media statunitensi hanno solo elaborato ipotesi, tutte da confermare, ma non sono giunti a una conclusione definitiva.

Nulla di illegale: semplice errore umano?

Vale comunque la pena far presente che a bordo dell'aereo non è stato trovato nulla di illegale. Ma poi, a proposito di interrogativi, non sarebbe stato più opportuno portare i passeggeri a destinazione e rimandare indietro solo la persona non autorizzata? A ogni modo, abbiamo accennato alla presenza di vip a bordo. Ebbene, si tratta della modella Chrissy Teigen che ha definito "un volo verso il nulla" questa esperienza, e il cantante suo marito John Legend. Il tweet inviato è eloquente: "Honestly everyone on the ground and in the air were very kind and apologetic. But I just need to know why we couldn't have flown to tokyo and settled this one person’s mistake (who was going to tokyo all along) there, in tokyo. 230 people on this flight" ovvero "È la prima volta che mi capita, 4 ore su un volo di 11 e stiamo tornando indietro perché un passeggero non doveva essere a bordo. Perché dobbiamo tutti tornare indietro?".

Quindi le scuse pubbliche della compagnia aerea in risposta al tweet della modella: "We apologize to all of our passengers on Flight 175; we failed to deliver the customer service we strive for. Thank you all for your comments and allowing us to connect, learn and serve you better. We welcome ongoing feedback to understand how we can work to make this right".




Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il