Soluzione per riscaldamento globale: anidride carbonica dal metano potrebbe salvarci

Come ridurre il riscaldamento globale trasformando il metano in anidride carbonica: la nuova idea e tecnologia di alcuni ricercatori

Soluzione per riscaldamento globale: ani

Soluzione riscaldamento globale anidride carbonica metano


Trasformare il metano in anidride carbonica per combattere il riscaldamento globale, che continua ad aumentare, come confermano le ultime notizie: sarebbero queste le ultime notizie per sostenere il clima spiegate da alcuni ricercatori, secondo cui il metano contribuisce ad aumentare il riscaldamento globale molto più dell'anidride carbonica. Vediamo in cosa consisterebbe la nuova idea.

Anidride carbonica da metano: la nuova idea

Stando a quanto spiegato da alcuni ricercatori della Stanford University, una soluzione per combattere il riscaldamento globale potrebbe derivare dalla possibilità di trasformare il metano in CO2. Gli stessi ricercatori, del resto, hanno chiaramente spiegato come il metano sia un gas serra responsabile molto più dell’anidride carbonica dell’aumento del riscaldamento globale.

Il processo di trasformazione in tal senso avverrebbe grazie all’impiego di una nuova tecnologia in grado di ridurre la CO2 rendendo il metano anidride carbonica utilizzando zeoliti, minerali dalla struttura cristallina costituiti da ossigeno, alluminio e silicio che come spugne assorbirebbero il metano nell’atmosfera.

Stando a quanto spiegato dagli stessi ricercatori, infatti, la caratteristica di essere una struttura molecolare porosa con una superficie relativamente grande e la presenza di rame e ferro, rende i minerali zeoliti decisamente ottimi catalizzatori per attrarre metano e altri gas.

Nuovo studio metano: la tecnologia per ridurre il riscaldamento globale

La struttura della nuova tecnologia, in termini pratici, sarebbe composta da grandi corpi con ventole elettriche capaci di spingere l’aria attraverso reattori rivestiti con zeoliti o altri catalizzatori polverizzati realizzati in maniera tale da massimizzare l’area di assorbimento del metano.

Gli zeoliti, infatti, come sopra spiegato, hanno il compito di diminuire la presenza di metano in atmosfera da 1.860 ppb (parti per miliardo) a livelli pre-industriali di circa 750 ppb, livello che permetterebbe ai ricercatori di raggiungere l’obiettivo finale, cioè, nel tempo e progressivamente, una riduzione del riscaldamento globale, oggi responsabile, come confermano le ultime notizie, anche delle catastrofi naturali che stanno letteralmente sconvolgendo il nostro mondo.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il
Ultime Notizie