Spazioplano Virgin Galactic per i voli commerciali suborbitali è quasi pronto. Come saranno

Nonostante l'indeterminatezza dei tempi, Virgin Galactic ha già ottenuta una lunga lista di prenotazioni per i suoi biglietti da 250.000 dollari ciascuno.

Spazioplano Virgin Galactic per i voli c

Cosa vuole fare Virgin Galactic

Ancora una passo in avanti prima di vedere i voli commerciali suborbitali di Virgin Galactic solcare i cieli sopra le nostre teste. La compagnia aerea che fa riferimento a Richard Branson ha infatti condotto con successo una nuova prova con i suoi spazioplani e anche questa volta le aspettative sono state soddisfatte. Occorre perà fa notare come in precedenza siano state realizzate altre prove sulla tenuta del veicolo, ma a differenza di questa volta, senza l'accensione dei motori. In fine dei conti sono più di 10 anni che va avanti questa sperimentazione e, nonostante la complessità di questa operazione, iniziano a diventare più insistenti le domande su dove si andrà, quali saranno i costi, i tempi e le differenze rispetto ai razzi spaziali.

Ancora un'altra sperimentazione di voli commerciali suborbitali

Entrando più nel dettaglio di questo test decisivo, i motori di VSS Unity sono rimasti accesi per 31 secondi ovvero circa la metà rispetto ai previsti 60 secondi per un ipotetico volo normale completo. Una prima indicazione è già chiara: lo spazioplano lascia il suolo attaccato a un aeroplano più grande, dal quale si stacca per raggiungere la stratosfera. Questa volta la prova è stata eseguita sopra al deserto del Mojave in California, con lo spazioplano VSS Unity che ha viaggiato a quasi il doppio della velocità del suono raggiungendo 26 chilometri di altitudine.

Cosa vuole fare Virgin Galactic

C'è un dato che fa riflettere: nonostante l'indeterminatezza dei tempi, Virgin Galactic ha già ottenuta una lunga lista di prenotazioni per i suoi biglietti da 250.000 dollari ciascuno. Insomma, un affare più che milionario. Le idee del numero uno Richard Branson sono chiare: mettere a punto un sistema di trasporto innovativo e pionieristico ovvero voli suborbitali commerciali nello spazio. O meglio, non tanto da un pianeta all'altro (fino a questo momento il mezzo ha raggiunto la stratosfera, uno degli strati più bassi dell'atmosfera), ma a un'altitudine tale da offrire l'idea di cosa significhi l'esperienza dei viaggi nello spazio. Anche solo per pochi minuti.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il