UE, 740 milioni di finanziamenti europei alle Università italiane

I finanziamenti rappresentano circa il trenta per cento dei circa 2,5 miliardi di contributi che rientrano nell’ambito di Horizon 2020 per imprese organizzazioni di ricerca e soggetti pubblici

UE, 740 milioni di finanziamenti europei

Finanziamenti per la ricerca e lo sviluppo


La UE ha erogato, dal 2014 ad oggi, 740 milioni di finanziamenti alle Università italiane che li hanno impiegati per le proprie attività di ricerca ed innovazione. A spiccare in questa speciale classifica c’è il Politecnico di Milano che, con novanta milioni, ha ricevuto quasi il doppio dei finanziamenti rispetto all’Università di Bologna, che ha invece beneficiato di una cinquantina di milioni.

Terza classificata a non troppa distanza dall’ateneo bolognese c’è l’università “La Sapienza” di Roma. Finanziamenti che rappresentano circa il trenta per cento dei circa due miliardi e mezzo di euro di contributi totali che rientrano nell’ambito del progetto Horizon 2020 previsto per le imprese, organizzazioni di ricerca e soggetti pubblici italiani. A rendere note queste cifre ci ha pensato Aster, società della Regione Emilia-Romagna per l’innovazione e la ricerca industriale, sulla base dei dati europei di luglio 2018.

Università italiane, 740 milioni dalla UE

Le università italiane quindi negli ultimi quattro anni hanno beneficiato di circa 740 milioni di euro dalla UE. L’analisi dimostra come ancora una volta sia la Lombardia, con i suoi quattrodici atenei, la regione italiana capace di attrarre più finanziamenti per un totale di duecento milioni e duecento mila euro incassati dal programma Horizon, Il 27 per cento del totale. Non male come risultato. Seconda in classifica c’è la regione Lazio le cui dieci università hanno raccolto un totale di ottantaquattro milioni. A ruota il Veneto con quasi ottanta milioni, la Toscana con 74,9 milioni e l’Emilia-Romagna che ha di poco superato la cifra di settanta milioni di euro.

Questi dati però vanno analizzati in maniera approfondita perché il valore assoluto del finanziamento deve tenere conto anche della densità di università presenti sul territorio. Se si tiene conto di questo dato e si considera il contributo medio allora il contributo medio pro capite è stato di 19,7 milioni di euro in Veneto, 18,1 milioni in Emilia Romagna e 17,6 milioni in Piemonte. Andando verso Sud il primo ateneo che appare in questa classifica è l’Università Parthenope di Napoli che ha incassato quasi venti milioni di euro grazie ai 47 progetti presentati. Un finanziamento che la colloca all’undicesimo posto. Complessivamente sono 77 le università italiane che hanno preso parte con almeno un progetto al programma Horizon 2020, per un totale di 1866 partecipazioni.