Vodafone grossa novità: aumenti per milioni di clienti

La decisione di Vodafone di aumentare le sue tariffe a partire da settembre sta provocando un terremoto tra i clienti. Molti dei quali hanno già richiesto di passare ad altre compagnie più convenienti

Vodafone grossa novità: aumenti per mili

L'aumento delle tariffe della Vodafone potrebbe rivelarsi un pericoloso boomerang


Rincari in vista per milioni di clienti Vodafone, i motivi sono poco chiari, ma a Settembre sarà realtà. In un momento di continui rilanci al ribasso è difficile comprendere la mossa dell'operatore, che ha di recente lanciato la sua compagnia low cost Ho per contrastare le offerte Iliad con tariffe molto aggressive.

Non si capisce quale sia la strategia che sta dietro a questa decisione, ma quel che è certo è che in vista dei possibili aumenti delle tariffe, scenario piuttosto reale e poco immaginario, milioni di clienti siano sul piede di guerra. Le indiscrezioni che circolano in questi giorni fissano al tre settembre la deadline che segnerò uno spartiacque ben preciso tra un prima e un dopo. Stando alle stime gli aumenti si possono quantificare nella cifra di due euro al mese per ogni tariffa. Notizia che ha fatto storcere il naso ai clienti Vodafone, molti dei quali stanno valutando anche l’ipotesi di abbandonare la compagnia per altri lidi ritenuti più comodi dopo questa notizia.

E la scelta si sta rivelando unilaterale. Ovvero spostata verso quelle aziende che garantiscono, almeno in teoria convenienza e trasparenza più assoluta. Nello specifico, quindi, spazio ad Iliad. Ho Mobile, Kena e gli altri operatori virtuali e reali che nel periodo si sono posti con offerte e servizi altrettanto validi. Il diritto di recesso può essere esercitato in maniera gratuita, senza spese e senza costi nascosti. In particolare gli aumenti si rivolgeranno a tutti coloro che, al momento, hanno un’offerta in cui i minuti non sono illimitati.

Una giustificazione, quella fornita da Vodafone, che non convince affatto e rischia di aumentare un malcontento che potrebbe minare alla base il modello di business seguito dall’azienda fino ad oggi. La domanda è semplice. Con la potenza di fuoco a disposizione di chi non fa altro che comunicare è pensabile che 1.000 minuti al mese non bastino? Sono pochi quelli che non riescono a rientrare in una soglia così elevata e che azzerano il contatore delle chiamate.

Ultime Notizie