Aiuti e bonus economici per partite iva dei diversi ordini non INPS emergenza coronavirus. Elenco

di Marianna Quatraro pubblicato il
Aiuti e bonus economici per partite iva

Aiuti economici partite iva ordini coronavirus Elenco

Da Cassa dei Medici a Cassa Forense, dei Notai, dei Consulenti del Lavoro e non solo: quali sono gli aiuti messi in campo dalle Casse previdenziali private non Inps

Il Decreto Cura Italia con misure economiche a sostegno di lavoratori e imprese non interessa i lavoratori autonomi e liberi professionisti non iscritti all’Inps ma alle Casse privati di Ordini professionali. Mentre parte il bonus da 600, per il mese di marzo, per autonomi e liberi professionisti iscritti alla Gestione Separata Inps o altre gestioni dell’Istituto, anche gli Ordini professionali sembrano muoversi.

Vediamo quali sono aiuti e bonus economici per partite iva dei diversi ordini privati per emergenza coronavirus.

Aiuti e bonus economici per partite iva Medici e Odontoiatri

L’ENPAM (Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza medici) Cassa privata di Medici e odontoiatri a causa dell’emergenza coronavirus ha deciso di:

  • prorogare i versamenti contributivi e il versamento rateizzato al prossimo 30 settembre;
  • garantire copertura sanitaria a medici di famiglia, guardia medica e dell'emergenza territoriale anche in caso di contagio da Covid-19;
  • corrispondere un contributo di 82,78 euro al giorno in caso di quarantena imposta dall’autorità a chi svolge solo la libera professione (misura simile anche per i convenzionati in attesa dell’approvazione ministeriali).

Aiuti e bonus economici per partite iva Ordine Avvocati

La Cassa forense degli avvocati per aiutare i propri iscritti in questo particolare momento di emergenza sanitaria a causa del coronavirus ha disposto:

  • sospensione di versamenti e adempimenti fino al prossimo30 settembre 2020;
  • copertura sanitaria per gli iscritti e le loro famiglie con possibilità di attivare a titolo gratuito la Card Vis-Valore in Sanità, valida un anno, per accedere a strutture sanitarie a costi ridotti e di avere consulti telefonici o video nel caso in cui si evidenzino sintomi da coronavirus.

L’Ordine degli Avvocati ha, inoltre, presentato al premier Conte e ai Ministri di Lavoro, Economia e Giustizia interventi urgenti per gli avvocati che prevedono, tra gli altri, accelerazione dei pagamenti delle fatture per patrocinio a spese dello Stato e difensori di ufficio irreperibili, nuovo sistema di recupero fiscale per il periodo di contrazione dell'attività non svolta (dichiarazione 2021), cancellazione dell'Irap per il 2020, previsione di una indennità per tutti gli avvocati in condizioni di fragilità, credito d'imposta ai locatori degli immobili ad uso studio, strumenti straordinari di credito agevolati, misure specifiche a sostegno dei genitori, riduzione dell'aliquota fiscale sugli investimenti a carico della Cassa Forense (26%).

Aiuti e bonus economici per partite iva Inarcassa

Inarcassa, la Cassa previdenziale di Ingegneri e architetti, ha prorogato al 31 dicembre 2020 il pagamento della prima e della seconda rata dei contributi, mentre i versamenti rateali si pagheranno dal 31 agosto.
Per i casi eventuali di ricovero per Covid-19, è stata prevista per gli iscritti una indennità giornaliera di 30 euro per massimo 30 giorni e per l’iscritto e per la sua famiglia i seguenti aiuti:

  • un sussidio di 5mila euro in caso di decesso;
  • un sussidio di 3mila euro in caso di ricovero;
  • un sussidio di 1.500 euro in caso di positività senza ricovero.

Aiuti e bonus economici per partite iva Cipag- Cassa geometri

I geometri iscritti alla propria Cassa privata Cipag ha deciso di sospendere tutti i versamenti in scadenza fino al prossimo mese di maggio ed eventuale ulteriore automatica proroga da definire in base all’andamento dell’emergenza sanitaria.
Inoltre, per iscritti e pensionati ancora in attività è prevista un'assistenza sanitaria integrativa grazi a UniSalute che prevede:

  • una indennità tra mille e 10mila euro per assistenza sanitaria;
  • indennità in caso di contagio da Covid-19 o di quarantena;
  • possibili consulti specialistici a distanza per qualsiasi patologia;
  • misure ulteriori a supporto dell’accesso al microcredito

Aiuti e bonus economici per partite iva Cnpadc dei Commercialisti

La CNPADC, Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Dottori Commercialisti, ha previsto le seguenti misure per l’emergenza coronavirus:

  • proroga al 31 ottobre 2020 del pagamento di contributi e altri adempimenti, anche quelli rateizzati;
  • sospensione del versamento dei minimi previsti per il 2020;
  • polizza sanitaria gratuita che copre i grandi eventi morbosi e le spese sanitarie legate all'infezione da Covid-19;
  • indennizzi in caso di ricovero da Covid-19 o quarantena;
  • aiuti per gli studi in crisi di liquidità;
  • interventi assistenziali per i professionisti in comprovato stato di bisogno anche per effetto dell'epidemia da Covid-19.
  • Inoltre, per gli iscritti più giovani è stato prorogato al 30 aprile il bando per l'acquisto di hardware e software ad uso ufficio per lavorare in smart working.

Aiuti e bonus partita Iva per Notai

La Cassa privata dei Notai, a causa dell’emergenza coronavirus, ha deciso di sospendere fino al prossimo 26 maggio il versamento dei contributi previdenziali dovuti alla Cassa e ha, inoltre, previsto:

  • una indennità sostitutiva per i ricoveri a carico del Ssn, estesa, gratuitamente, fino alla scadenza contrattuale del 31 dicembre 2022 anche ai ricoveri per Covid-19 e alla quarantena domiciliare nei casi di positività;
  • una uova convenzione con Ubi Banca per la concessione ai notai di un finanziamento chirografo a tassi agevolati.

Aiuti e bonus partita Iva CNPR- Ragionieri

Anche la CNPR dei Ragionieri ha messo in campo nuove misure per aiutare i propri iscritti in questo momento di forte emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del coronavirus. Pur mantenendo le scadenza di pagamento già fissate, la Cassa ha anche previsto la possibilità per i propri iscritti di pagare in ritardo ciò che è dovuto, fino al prossimo 30 aprile 2020, senza sanzioni e interessi.

Chi ha piani di rateazione e non riesce a pagare la rata prevista, sarà messa automaticamente in coda al piano di ammortamento

E’ stata, inoltre, prevista una copertura per i grandi eventi morbosi, previsti anche ulteriori aiuti per gli iscritti che avendo contratto il coronavirus hanno sostenuto spese ‘importanti’ appositamente documentate.

Aiuti e bonus partita Iva ENASARCO- Agenti e rappresentanti di commercio

L’ ENASARCO, Ente nazionale di assistenza per gli agenti e i rappresentanti di commercio, garantisce ai propri iscritti copertura sanitaria nel caso di ricovero per contagio da Covid-19 e misure di sostegno, ancora in via di definizione, per i propri iscritti, grazie allo stanziamento economico per gli agenti in difficoltà arrivato a 8,4 milioni di euro.

Aiuti e bonus partita Iva ENPAV- Veterinari

L’Enpav, Ente nazionale di previdenza ed assistenza dei veterinari, in virtù del persistere dell’emergenza coronavirus ha deciso di sospendere il pagamento di tutti i contributi in scadenza fino al prossimo 31 maggio.

Slittano, dunque, alla fine del prossimo mese di maggio tutti i pagamenti previsti di contributi, dilazioni, minimi, rateazioni, pagamenti di evetnuali rate dei prestiti. Ha, inoltre, messo a punto aiuti specifici con erogazioni una tantum straordinarie per il Covid-19 che prevedono:

  • erogazione di una indennità di mille euro in caso di quarantena o isolamento disposto dall'autorità;
  • erogazione di una somma da 2mila a 4mila euro (a seconda della gravità della condizione di salute) in caso di ricovero.

Aiuti e bonus partita Iva ENPACL- Consulenti del lavoro

L’Enpacl, Ente nazionale di previdenza e assistenza per i consulenti del lavoro, per i propri iscritti con partita Iva in questo momento di emergenza coronavirus ha deciso di:

  • prorogare le scadenze dei versamenti tra settembre e dicembre;
  • sospendere fino a settembre le rateazioni in corso;
  • garantire una copertura assicurativa per gli under 75 dal primo aprile in caso di decesso.;
  • garantire una copertura sanitaria di 3mila euro in caso di quarantena o isolamento disposta dall'autorità riconosciuta;
  • garantire una copertura sanitaria di 10 mila euro in caso di ricovero;
  • definire forme di accesso al credito con finanziamenti fino al 20% del volume d'affari (fino ad una cifra massima di 50mila euro) a tasso agevolato.
Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: