Aumento busta paga 800-3000 euro di quanto sarà davvero tra lordo e netto. Calcoli ed esempi

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Aumento busta paga 800-3000 euro di quan

Aumento 800 3000 euro lordo netto calcoli

Come cambiano aumenti lordi e netti di buste paga tra 800-3000 euro fino a fine anno: a chi spettano aumenti e calcoli

Di quanto sarà davvero aumento busta paga di 800-3000mila euro tra lordo e netto? Si prepara ad essere calcolata nelle buste paga di ottobre la decontribuzione al 2% che sarà applicata agli stipendi fino a dicembre portando aumenti di qualche decina di euro. 

E’ bene, però, chiarire che gli aumenti in busta paga devono essere intesi al lordo dell’importo, per cui significa che l’aumento netto sarà inferiore a quello calcolato. Vediamo qualche esempio di calcolo di aumento di busta paga tra 800-3000 euro lordo e netto.

  • Aumento busta paga di 800-3000 euro calcolo
  • Esempi aumento busta paga di 800-3000 euro lordo e netto

Aumento busta paga di 800-3000mila euro calcolo

Il calcolo dell’aumento delle buste paga per effetto della decontribuzione al 2%, insieme ad arretrati ed eventuale detassazione welfare, cambia a seconda del reddito percepito da ogni lavoratore e per soprattutto per chi prende stipendi tra 800-3000 euro.

Iniziamo col precisare che per chi prende stipendi da 3mila euro, ma anche da 2.700 euro, 2.800 euro, 2.900 euro, non è previsto alcun aumento in busta paga perché la misura è stata approvata dal Decreto Aiuti bis di agosto solo per coloro che hanno un reddito annuo riferito al 2021 entro i 35mila euro, vale a dire che percepiscono stipendi mensili massimi di 2.692 euro.

Per fare un esempio di calcolo di aumento in busta paga per chi prende stipendi, dunque, tra 800-2.700 euro, prendendo il caso di un lavoratore con stipendio mensile di 800 euro, avrà un aumento mensile di 16 euro lordi, per tre mesi fino a dicembre di 48 euro, e un aumento complessivo compreso di arretrati da luglio a settembre di 96 euro lordi.

Chi prende uno stipendio di mille euro avrà un aumento mensile di 20 euro fino a dicembre e compresi gli arretrati da luglio di 120 euro totali, si sale ad un aumento di 26 euro lordi al mese per chi percepisce stipendi da 1.300 euro, di 34 euro lordi al mese per chi prende stipendi da 1.700 euro e così via fino a 46 euro di aumenti mensili per chi prende stipendi da 2.300 euro e fino a 54 euro per chi prende 2.692 euro di stipendio al mese per un totale, tra arretrati da luglio a settembre e fino a dicembre, di 324 euro circa.  

Esempi aumento busta paga di 800-3000mila euro lordo e netto

Gli aumenti in buste paga da 500 euro in poi per effetto del calcolo della decontribuzione al 2% sono da intendersi al lordo. Ciò significa che nelle tasche dei lavoratori finiranno importi netti decisamente inferiori rispetto a quelli calcolati perché dall’importo aumentato bisogna sottrarre le trattenute fiscali.

Per esempio, chi prende uno stipendio da 1.300 euro, avrà un aumento mensili di 26 euro per un totale fino a dicembre di 78 euro che al netto delle imposte si abbassa a poco più di 40 euro. Per chi prende uno stipendio di 1.500 euro, l’aumento complessivo da ottobre a dicembre, senza considerare gli arretati, sarà di 90 euro, che diventano circa 60 euro netti.

Considerando, dunque, l’importo netto e non il lordo calcolato per effetto della decontribuzione al 2%, gli aumenti effettivi in busta paga si riducono notevolmente.