Bonus 600 euro braccianti agricoli Aprile a chi spetta, quando e come fare domanda Decreto Maggio 2020 ufficiale

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Bonus 600 euro braccianti agricoli April

Come fare domanda bonus 600 euro braccianti

Anche nel caso dei braccianti agricoli, il bonus di 600 euro non è cumulabile con altre indennità e né con il reddito di cittadinanza, qualunque sia l'importo ricevuto.

L'elenco dei lavoratori che possono accedere al bonus di 600 euro è lungo e particolareggiato e quello stilato con il decreto di maggio ricalca quello del bonus del mese precedente. Anche i braccianti agricoli possono ottenere il sostegno economico attraverso l'Inps per compensare la sospensione o comunque la riduzione dell'attività lavorativa.

Il tutto ricordando che per il prossimo mese ovvero con il terzo bonus, la cifra potrebbe aumentare fino a 1.000 euro.

La domanda presentata la prima volta attraverso il sito dell'Inps, qualunque sia la categoria di riferimento tra braccianti agricoli, lavoratori stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali, liberi professionisti e collaboratori coordinati e continuativi, lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell'Assicurazione generale obbligatoria, lavoratori dello spettacolo, continua a essere valida e di conseguenza - in attesa delle istruzioni ufficiali - la procedura dovrebbe essere automatizzata.

Il bonus di 600 euro non è cumulabile con altre indennità e né con il reddito di cittadinanza. Vediamo in questo articolo

  • Bonus 600 euro braccianti agricoli, a chi spetta
  • Come fare domanda bonus 600 euro braccianti agricoli

Bonus 600 euro braccianti agricoli, a chi spetta

Il bonus di 600 euro ai braccianti agricoli spetta solo in presenza di due condizioni ben precise: la mancata titolarità di un assegno di pensione e la maturazione di almeno 50 giornate di lavoro da dipendente nello scorso anno con conseguente regolare versamento di tutti i contributi previsti dalla legge.

Sulla base di questi due paletti il decreto Rilancio di maggio 2020 approvato dal governo e recepito dall'Istituto nazionale per la previdenza sociale, incaricato di gestire le domande e provvedere all'accredito dell'importo, concede l'indennità di 600 euro agli operai agricoli a tempo determinato e alle altre categorie di lavoratori iscritti negli elenchi annuali.

Come fare domanda bonus 600 euro braccianti agricoli

La modalità di presentazione della domanda per ricevere il bonus di 600 euro è differente sulla base dell'eventuale richiesta del primo bonus di marzo. Se la richiesta è stata già inoltrata e l'indennità ricevuta, la nuova procedura è automatica.

Si resta in attesa della comunicazione dell'Inps, ma potrebbe essere sufficiente una semplice conferma via web o anche nulla se l'accredito sarà automatico.

Se è la prima volta ovvero se non è stato richiesto il primo bonus bisogna compilare e inviare la richiesta sul sito dell'Inps con l'inserimento della prima parte del Pin di 8 cifre, ricevuto via sms sul cellulare o via mail, da richiedere tramite il sito dell'Inps o il contact center. In ogni caso possono essere utilizzati anche gli altri strumenti tra Spid di livello 2 o superiore, Carta di identità elettronica 3.0 e Carta nazionale dei servizi.

Da ricordare che la medesima procedura richiesta ai braccianti agricoli vale anche per lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell'Ago, lavoratori dello spettacolo, professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, purché iscritti alla gestione separata dell'Inps.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Puoi Approfondire