Come fare a sospendere lavoro badante per coronavirus tra ferie, permessi, tfr e fondo per il reddito di ultima istanza

di Marianna Quatraro pubblicato il
Come fare a sospendere lavoro badante pe

sospendere lavoro badante coronavirus ferie permessi tfr

Le soluzioni migliori per sospendere il lavoro di una badante ai tempi de coronavirus senza ricorrere al licenziamento: cosa si pu˛ fare

Ferie, permessi, tfr, cassa integrazione come possibilità nuova che si attende, fondo per il reddito di ultima istanza: cosa fare con le badati ai tempi del coronavirus? Sono diverse le famiglie che in questo delicato momento, in cui si consiglia di non avere contatti sociali ed evitare di uscire di casa il più possibile, decidono di non far lavorare le badanti. Vediamo come fare a sospendere il lavoro di una badante per coronavirus.

Come sospendere lavoro badante per coronavirus tra ferie e permessi

Le badanti rientrano tra le categorie di persone che anche in un momento di emergenza sanitaria come quella che l'Italia sta attraversando a causa del coronavirus possono continuare a lavorare, avendo anche la possibilità di spostarsi da un Comune all'altro, cosa che sappiamo è stata vietata dall'ultimo decreto Conte a meno di comprovati motivi di necessità.

E per permettere alle famiglie di continuare a sostenere il loro pagamento, il govero ha anche istituito un voucher badanti da 600 euro. Tuttavia, molte famiglie decidono e hanno deciso comunque di sospendere il rapporto di lavoro con la propria badante. Per evitare di non retribuire la lavoratrice, è possibile ricorrere alle ferie maturate dalla badante stessa o ai permessi accumulati, sempre da retribuire.

Se le parti, cioè datore di lavoro e badante, raggiungono un accordo, è possibile anche sospendere il lavoro della badante anche senza retribuzione. Si tratta di una possibilità valida soprattutto per coloro che hanno le badati a ore, non conviventi e non full time.

Sospendere lavoro badante coronavirus tfr e fondo per il reddito di ultima istanza

Per sospendere il lavoro di una badante per emergenza coronavirus, un’altra soluzione possibile è quella di anticipare alla lavoratrice una quota del Tfr maturato, trattamento di fine rapporto, evitando così di ricorrere al licenziamento.

Ricorrendo all’anticipo del Tfr, così come a permessi e ferie, oltre a mantenere il rapporto di lavoro e fiducia con la badante, cosa on semplice da instaurare, la stessa badante, continuando ad avere in essere il rapporto di lavoro, ha la possibilità di accedere al Fondo per il reddito di ultima istanza, che prevede misure di sostegno al reddito destinate ai lavoratori che hanno cessato, ridotto o sospeso l’attività a seguito dell’emergenza coronavirus.

Sospendere lavoro badante coronavirus novità cassa integrazione

E’ bene precisare che si attendono eventuali novità per quanto riguarda la possibilità di cassa integrazione anche per le badanti.

Stando, infatti, a quanto confermano le ultime notizie, tra le misure a sostegno dell’occupazione messe a punto dal governo con il Decreto Cura Italia c’è l’estensione della Cassa Integrazione in Deroga, misura che vale per tutti i datori di lavoro anche con un solo dipendente, di ogni settore, comprese aziende e imprese del settore agricolo e di altri settori, e di tutta Italia, ma che non vale attualmente per il lavoro domestico.

In realtà, all’indomani di diverse proteste sorte a seguito di tale decisione, è possibile che il governo decide di aprire alla possibilità di estensione della misura anche per le badanti.

La Cig in deroga per tutti avrà una durata fino a nove settimane e la domanda deve essere presentata entro la fine del quarto mese successivo a quello in cui è iniziato il periodo di sospensione o di riduzione dell’attività lavorativa. Si resta in attesa di ulteriori chiarimenti e informazioni.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Puoi Approfondire