Come funziona bonus Baby Sitter coronavirus nuovo ufficiale in Decreto Maggio 2020

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Come funziona bonus Baby Sitter coronavi

Bonus baby sitter ufficiale, come funziona

Con il decreto di maggio viene stabilita la possibilitÓ di cumulare il bonus baby sitter da 600 euro del decreto Cura Italia che arriva infatti a 1.200 euro.

Non solo arriva la proroga del bonus baby sitter, ma raddoppia rispetto alla prima formulazione. La nuova cifra è di 1.200 euro e si pone come alternativa ai congedi parentali fino a 30 giorni per genitori lavoratori dipendenti con un'indennità al 50% della retribuzione.

La misura è considerata necessaria dal governo che l'ha inserita nel nuovo decreto di maggio per limitare i disagi organizzativi ed economici in questo periodo di coronavirus.

Calendario alla mano, il periodo di emergenza sanitaria è infatti destinato a durare fino al 31 luglio e anche successivamente a questa data non è affatto detto che il coronavirus sarà scomparso.

Da qui la decisione dell'esecutivo di rendere questo strumento ancora più interessante seppur condizionato da alcuni limiti. Il primo e più rilevante è quello relativo all'età dei bambini perché solamente al di sotto della soglia dei 12 anni è possibile accedere al congedo parentale anziché al bonus baby sitter continuando a percepire una parte dello stipendio ovvero il 50%.

Solo per i figli con disabilità viene a cadere il limite dell'età. Vediamo quindi

  • Coronavirus, nuovo bonus baby sitter con il decreto maggio 2020
  • Bonus baby sitter ufficiale, come funziona da maggio 2020

Coronavirus, nuovo bonus baby sitter con il decreto maggio 2020

Quando si parla del bonus baby sitter occorre fare sempre riferimento al congedo familiare perché si tratta di due provvedimenti che viaggiano di pari passo, Il bonus baby sitter del valore di 1.200 euro per chi ha figli sotto i 12 anni è infatti l'alternativa alla proroga del congedo familiare fino a un massimo di 30 giorni per genitori lavoratori dipendenti del privato con figli di età non superiore a 12 anni.

Molto semplicemente occorre scegliere uno dei due: quale conviene? Con il decreto di maggio viene stabilita la possibilità di cumulare il bonus baby sitter da 600 euro del decreto Cura Italia che arriva infatti a 1.200 euro se non è già stato incassato.

Ci sono poi alcune categorie per cui il bonus schizza a 2.000 euro. Si tratta in prima battuta di medici e infermieri e tutti i lavoratori, pubblici e privati del comparto della sanità. A seguire anche i lavoratori dei settori sicurezza, difesa e soccorso pubblico.

Si tratta di un riconoscimento al lavoro di queste categorie di lavoratori che più di altre sono state presenti sul campo senza mai assentarsi e garantendo quindi la continuità dei servizi svolti.

Bonus baby sitter ufficiale, come funziona da maggio 2020

Stabilita allora la cifra concessa per il bonus baby sitter e fissato il principio per cui questa cifra può essere cumulata con quella del precendente decreto, a meno che non sia già stata fruita, resta da capire un aspetto fondamentale del funzionamento: come avviene la spesa?

In che modo può essere impiegata questa cifra? Il nuovo bonus baby sitter può essere utilizzato direttamente dal richiedente per l'iscrizione ai servizi socio-educativi territoriali, ai centri con funzione educativa e ricreativa e ai servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia. Da segnalare l'incompatibilità con il bonus asilo nido.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Puoi Approfondire