Dimissioni senza preavviso modello fac-simile. Come fare, quando si può e rischi

di Luigi Mannini pubblicato il
Dimissioni senza preavviso modello fac-s

Dimissioni senza preavviso, quando si può

Le dimissioni dal posto di lavoro passano formalmente dalla redazione e dal successivo invio di una lettera di dimissioni. I tempi non sono uguali per tutti.

Possono essere tanti i motivi delle dimissioni senza preavviso, ma è bene sapere a cosa si va incontro. Ogni aspetto lavorativo è infatti regolato dalle leggi in materie e disattendere le norme comporta dei rischi. Anche nel caso di dimissioni senza preavviso 2019 ovvero di dimissioni senza preavviso giusta causa o di dimissioni senza preavviso periodo di prova. Di base occorre ricordare un rapporto di lavoro, sia esso a tempo indeterminato o determinato, part time o a tempo pieno, può essere interrotto per volontà del datore di lavoro e dunque attraverso il licenziamento. Oppure per decisione del lavoratore ovvero tramite dimissioni. In entrambi i casi occorre però rispettare le tempistiche di comunicazione previste, il cosiddetto preavviso. Vediamo allora come fare, quando si può e i rischi della lettera di dimissioni senza preavviso concordato.

Dimissioni senza preavviso, quando si può e rischi

Le dimissioni dal posto di lavoro passano formalmente dalla redazione e dal successivo invio di una lettera di dimissioni. I tempi non sono però gli stessi per tutti perché variano sulla base del tipo di contratto stipulato ovvero dell'inquadramento e degli anni di anzianità maturati. Le dimissioni senza preavviso e dunque con il mancato rispetto delle norme che le regolano hanno conseguenze dirette sullo stipendio e quindi in maniera proporzionale sul Tfr, il Trattamento di fine rapporto. Le sanzioni per dimissioni senza preavviso (trattenuta stipendio) sono quindi legate alla qualifica ricoperta dal lavoratore, all'anzianità di servizio, all'inquadramento e al tipo di contratto di lavoro. Tutti questi aspetti incidono nella penalizzazione a cui si è soggetti.

A norma di legge e più esattamente il base all'articolo 218 del Codice civile, il datore di lavoro può richiedere un'indennità di mancato preavviso dell'importo della retribuzione spettante per il periodo di preavviso non lavorato. In questo conteggio non vanno compresi i giorni di assenza del lavoratore per malattia, infortunio, ferie e maternità. Un caso a parte è quello del lavoratore con contratto a tempo determinato per cui non è previsto il preavviso per le dimissioni in quanto non è contemplato il recesso anticipato. Ma attenzione: è possibile dimettersi senza preavviso nei casi di matrimonio dalla data delle pubblicazioni fino a un anno, gravidanza, accordi collettivi di esodo, procedure di licenziamento collettivo, maternità o paternità sino ai 3 anni di vita del bambino, incentivi economici da parte dell'azienda, mobbing, giusta causa.

Modello fac simile dimissioni senza preavviso. Come fare

Al netto dei tanti casi particolari perché i vari contratti di lavoro possono prevedere termini diversi, i giorni di preavviso dalle dimissioni sono la metà di quelli previsti per il licenziamento. Solo per fare un esempio, per un lavoratore full time, assunto naturalmente a tempo indeterminato da cinque anni di anzianità, il preavviso dimissioni è di otto giorni. Che - altro aspetto di cui tenere conto - varia dal primo o dal sedicesimo giorno del mese. Preavviso o meno, occorre comunque compilare e inviare il modello fac simile per formalizzare l'abbandono del posto di lavoro. Qui è possibile scaricare il modulo di dimissioni senza preavviso.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: