Estensione congedo parentale 2020 per coronavirus fino al 3 maggio. Istruzioni circolare INPS proroga e date

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Estensione congedo parentale 2020 per co

Estensione congedo parentale 2020, istruzioni Inps

Arriva la proroga dello strumento che agevola i genitori alle prese con la cura dei figli, costretti a rimanere a casa per via della diffusione del coronavirus.

La buona notizia è che l'Inps ha ufficialmente confermato l'estensione del congedo parentale fino al 3 maggio. La brutta notizia è che bisogna fare i conti con numerose incompatibilità.

Pensato come strumento per agevolare i genitori alle prese con la cura dei figli, costretti a rimanere a casa per via della diffusione del coronavirus e svolgere l'attività didattica via web, la proroga della sua validità era nell'aria proprio per via delle scuole ancora chiuse.

E non è da escludere una ulteriore estensione fino alla fine dell'anno scolastico, a patto naturalmente che le porte degli istituti scolastici apriranno solo a settembre. Accanto al congedo parentale, l'Istituto per la previdenza sociale ha prorogato anche lo strumento alternativo a disposizione delle mamme e dei papà ovvero il bonus baby sitter.

L'altro aspetto rimasto immutato riguarda le modalità di presentazione della richiesta che continua ad avvenire esclusivamente attraverso la piattaforma web dell'Istituto di previdenza, ma sono nelle fasce orarie predefinite. Analizziamo in questo articolo

  • Coronavirus, estensione congedo parentale 2020
  • Estensione congedo parentale 2020, istruzioni Inps

Coronavirus, estensione congedo parentale 2020

Sono tante le novità comunicate dall'Inps, anche oltre l'estensione del congedo parentale al 3 maggio. I lavoratori dipendenti che non hanno fruito del congedo parentale o dal 5 marzo possono presentare domanda di congedo per coronavirus riferita a periodi precedenti fino a un massimo di 15 giorni.

Può essere richiesto anche in modalità frazionata a giorni con le stesse modalità del congedo parentale, alternandolo ad esempio tra lavoro e permessi.

L'Istituto di previdenza sottolinea quindi che lo strumento è utilizzabile dal nucleo familiare ovvero dagli iscritti nello stesso stato di famiglia. I coniugi separati o divorziati fanno parte dello stesso nucleo familiare solo se continuino a risiedere nella stessa abitazione.

Ma attenzione ai casi di incompatibilità associati all'estensione del congedo parentale. Non può infatti essere richiesto insieme al bonus alternativo per i servizi di baby-sitting, nel caso di fruizione per lo stesso figlio da parte dell'altro genitore appartenente al nucleo familiare, nel caso di disoccupazione o comunque di assenza di alcun rapporto di lavoro, subordinato o autonomo.

Estensione congedo parentale 2020, istruzioni Inps

La domanda di congedo parentale va presentata all'Inps per via telematica collegandosi alla sezione specifica presente all'interno del suo portale web.

Possono farlo anche i genitori che stanno operando con il telelavoro. In caso di malattia di uno dei genitori, l'altro può fruire del congedo parentale, in quanto si tratta di un evento che potrebbe impedire di prendersi cura del figlio.

L'Inps precisa anche che in caso di congedo di maternità o paternità dei dipendenti, l'altro genitore non può fruire del congedo straordinari per lo stesso figlio concesso in questo periodo. Infine, il congedo è compatibile con la contemporanea fruizione di ferie da parte dell'altro genitore.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Puoi Approfondire
Ultime Notizie