Ferie e malattia, cosa succede se ci si ammala in vacanze. Cosa cambia conteggio

Può però succedere che il lavoratore si ammali nei giorni in cui è in ferie o in quelli immediatamente precedenti le vacanze. Cosa fare?

Ferie e malattia, cosa succede se ci si

Malattia durante la ferie, cosa fare

Chiamiamola sfortuna o segno del destino, ma può certamente capitare di ammalarsi durante le ferie. Dal punto di vista statistico, si tratta di una circostanza che avviene con maggiore frequenza nel periodo invernale. Ma in realtà anche i frequenti cambi di clima e gli sbalzi di temperatura in vacanza possono rivelarsi fatali per la salute. Ma cosa succede alle ferie nel caso di malattie? Quale dei due stati prevale?

O detto in altri termini, secondo le norme 2019 si può passare dalle ferie alla malattia ed possibile la maturazione ferie in malattia? Sono questioni tutte aperte che chiariremo a breve. E se sono in ferie posso mettermi in malattia?

Ferie e malattia 2019, quale prevale se ci si ammala durante le vacanze?

Ferie e malattia retribuita sono due istituti ben regolamentati dalle norme 2019 sul lavoro. Da una parte ci sono appunto le ferie, pari a 4 settimane all'anno (al netto delle particolarità eventualmente presenti nel contratto di lavoro di categoria), di cui il dipendente è chiamato a godere in maniera preferibilmente consecutiva. Più esattamente 2 settimane vanno godute senza pausa e altre 2 nei restanti 18 mesi.

La malattia è invece un evento imponderabile, ma il dipendente è tenuto a seguire un percorso ben preciso ovvero deve comunicare l'assenza al datore di lavoro, farsi certificare il nuovo stato di salute dal medico, rispettare le fasce di reperibilità e far spedire il certificato all'Inps, anche in via telematica.

Può però succedere che il lavoratore si ammali proprio nei giorni in cui è in ferie. Ma anche nei giorni immediatamente precedenti così da iniziare le vacanze con uno stato di salute precario. Cosa fare? Il dipendente si deve rassegnare e "perdere" i giorni di ferie ovvero non fruirli in pieno? In tutti i casi, è la malattia che ha le meglio sulle ferie in termini di conteggio.

Più precisamente, se il lavoratore si ammala prima delle vacanze, le ferie possono essere interrotte e godute in seguito. Se il lavoratore si ammala durante le vacanze, può sospendere le ferie fino alla guarigione completa e non considerare quei giorni come quelli della fruizione del riposo.

Malattia durante la ferie, cosa fare

Naturalmente al dipendente non è sufficiente comunicare la malattia al ritorno sul posto di lavoro. Compito imprescindibile è attivarsi proprio nel momento in cui si ammala ovvero comunicare la novità. A quel punto è chiamato a sottoporsi a una visita medica che accerti, con tanto di certificato, lo stato di malattia. Questo stesso certificato deve essere quindi inviato all'Inps per via telematica. Ma se per qualunque ragione di verifica questa impossibilità, è possibile procedere con la spedizione della copia cartacea con raccomandata.

Si ricorda che l'azienda può accedere al certificato direttamente del sito web dell'Istituto nazionale della previdenza sociale o richiederlo via Pec. Dal punto di vista procedurale, l'indennità di malattia decorre dalla data di rilascio del certificato o a dal giorno precedente nel caso in cui la visita viene effettuata il giorno successivo.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie