Ferrovie dello Stato, assunzioni in tutta Italia. Pure no esperienza. E altre centinaia di offerte

Offerte di lavoro al via per diplomati e non solo (anche senza esperienza o laureti) dalle Ferrovie dello Stato per una prima ondata di assunzioni nel 2018

Ferrovie dello Stato, assunzioni in tutt

Assunzioni Ferrovie dello Stato 2018: offerte lavoro per diplomati con scadenza a fine febbraio


Al via le assunzioni delle Ferrovie dello Stato per il 2018 previste nel piano triennale e sono davvero numerose sia per personale con competenze che senza conoscenze particolari ed esperienze. Ma non ci sono solo le Ferrovie dello Stato ad assumere personale, ma anche numerose altre aziende
 

Nuova campagna di assunzioni per Ferrovie dello Stato e fin qui non c'è nulla da meravigliarsi, considerando la campagna di reclutamento per i personale annunciata per questo 2018. Alcuni più tecnici legati proprio al mondod elle ferrovie, altri tecnici ma senza particolari comptenze per questo settore e altri anche senza esperienza

Prima ondata Assunzioni entro Febbraio 2018

A sorprendere è la varietà delle posizioni cercate. In Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche e Puglia e Veneto ha infatti bisogno di macchinisti ferroviari. In Campania, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte e Toscana di tecnici polifunzionali da inserire in un percorso formativo professionalizzante. Ecco poi la necessità di api tecnici rotabili programmazione manutenzione magazzino per la Lombardia. Come si apprende dal sito ufficiale in cui sono presenti tutti i dettagli sulle posizioni ovvero sui requisiti richiesti e le modalità di presentazione della propria candidatura, è indispensabile il possesso di un diploma tecnico, esperienza nel ruolo di almeno 3 anni, buone capacità informatiche, conoscenza inglese, dimestichezza con i sussidi ICT e la disponibilità a lavorare su turni e a spostarsi dal luogo di residenza. 

Non è tutto: via libera alla ricerca di addetti assistenza clienti Milano. Anche in questo caso gli interessati devono fare i conti con alcuni paletti ben precisi ovvero un'età tra 18 e 29 anni, esperienza pregressa nell'assistenza clienti, conoscenza di una lingua straniera a livello B2, capacità di usare il pacchetto Office e sistemi CRM e disponibilità a lavorare su turni. Ricordando come sia necessario rispettare le deadline per la presentazione della domanda di assunzione, Ferrovie dello Stato è alla ricerca anche di addetti magazzino impianti manutenzione rotabili in Lombardia, Piemonte, Veneto. Indispensabili il diploma tecnico e un'età tra 18 e 29 anni, oltre che a disponibilità a lavorare su turni e festivi. Infine segnaliamo la ricerca di tecnici polifunzionali treno esperti in Campania, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte e Toscana e di macchinisti ferroviari esperti in Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche e Puglia.

E non è finita, profili ancora più tecnici ma differenti

Di interessante ci sono due aspetti nelle nuove offerte di lavoro di Ferrovie dello Stato. Il primo è la ricerca di più profili e dunque cambiano anche i requisiti necessari per presentare domanda. Si va infatti dai diplomati ai laureati sia per contratti a tempo indeterminato e sia per stage per iniziare a fare esperienza. Il secondo è la ricerca aperta in più città, da Milano a Napoli, da Bologna a Firenze, da Roma a Genova. In questo momento, Ferrovie dello Stato ha aperto la ricezione delle candidature per

  1. Data Engineer a Roma. La ricerca è tra laureati in materie tecnico scientifiche o umanistiche con esperienza nel settore Data Engineer, Data Scientist, Data Analyst, Tecnico ICT, ottime conoscenze di banche dati relazionali, NoSQL e dei dei sistemi e servizi cloud, social media, di Linux, Python, C, C++, Java, Hadoop technology and Apache related projects.
  2. Data Scientist a Roma. Per presentare domanda servono laurea a indirizzo tecnico scientifico o umanistico, esperienza come Data Analyst, Tecnico ICT o Dottorando in ambito aziendale o accademico, conoscenza dell'inglese e Linux a livello avanzato e R, Python, SQL, NoSQL systems, JSON, XML protocols e social media.
  3. Progettisti civili trasporti per le sedi di Roma, Napoli e Firenze. Indispensabili laurea in Ingegneria civile, dei trasporti o delle infrastrutture, conoscenza della lingua inglese, programmi Office, Bentley, BIM, Autocad, civil design, almeno 5 anni di esperienza in progettazione, competenze nei campi dei tracciati ferroviari.
  4. Progettisti elettrici, elettronici e meccanici per Bologna, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma. Richiesti laurea in Ingegneria Elettrica, Elettronica o Meccanica con esperienza nel ruolo, conoscenza di impianti e sistemi di segnalamento e blocco ferroviario.
  5. Specialista amministrazione a Roma. Indispensabili conoscenza della lingua inglese, esperienza di almeno 3 anni come esperto contabile, conoscenza IAS-IERS e la normativa fiscale italiana.

E poi sono sempre aperte delle posizioni per capo treno, assistenti in carrozza dove non è richiesta esperienza ed è la stesa trenitalia a fare corsi per la preparazione. 

Il punto di riferimento per conoscere tutti i dettagli sulla posizione aperta ovvero capire se si è in possesso dei requisiti necessari per poter aspirare all'assunzione e presentare la domanda è la pagina dedicata alle offerte di lavoro Ferrovie dello Stato. Allo stesso tempo è possibile presentare un candidatura spontanea per una posizione non espressamente aperta.

E assunzioni piano triennale

Il percorso è stato in realtà già avviato e andrà avanti per due anni. Il gruppo è infatti alla ricerca di diverse figure specializzate, dai professionisti neolaureati ai diplomati in materie tecniche per supportare innovazione e internazionalizzazione. Provando allora a riavvolgere il nastro degli eventi, alle 900 assunzioni promessi si aggiungono le circa 1.000 già concordate con le organizzazioni sindacali e gli 800 ingressi già effettuati. Insomma, se vogliamo tirare una riga, la staffetta generazionale nelle Ferrovie dello Stato si concluderà con circa 3.000 assunzioni. I numeri sono evidentemente di rilievo considerando il rallentamento subito dal mercato del lavoro.

Le selezioni per questa ondata di maxi assunzioni sono appena iniziate, tuttavia le idee sulle figure cercate sono già chiare. Le organizzazioni sindacali di categoria (Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Taf, Fast mobilità e Orsa Ferrovie) e la stessa società di trasporto hanno congiuntamente comunicato come i nuovi ingressi privilegeranno i giovani, dai neolaureati ai diplomati in materie tecniche, così da contribuire al cambiamento e allo sviluppo del sistema Paese con un approccio innovativo, dinamico e pronte a mettersi in gioco anche in contesti internazionali. Queste sono le parole, a cui seguiranno fatti concreti ovvero 700 assunzioni nel campo della manutenzione infrastrutture e 200 la circolazione ferroviaria, equivalenti a quella del capo stazione.

Le 700 assunzioni nel campo della manutenzione infrastrutture da qui a due anni saranno facilitate dall'internalizzazione di lavori e dagli investimenti in nuovi mezzi per manutenzione. Sempre i rappresentanti dei lavoratori fanno notare come questo accordo sia il punto di arrivo dopo un lungo periodo di silenzio e in seguita a un robusto aggiornamento degli impianti per via dell'abbondante introduzione di tecnologia. Tutte le informazioni ovvero i profili ricercati, le mansioni da svolgere, il luogo di lavoro, i requisiti richiesti e le modalità di presentazione della candidatura saranno pubblicati sul sito web ufficiale di Rfi. Nel momento in cui scriviamo, la relativa sezione è irraggiungibile, ma non è chiaro se per aggiornamento delle pagine o per un problema contingente o più lungo.

E aziende che assumono, Engineering 500 assunzioni in tutte le sedi

Oltre novemila dipendenti sparsi nelle cinquanta sedi distribuite non solo sul territorio nazionale ma in mezza Europa e nelle Americhe. Germania, Belgio, Serbia, Sud America (Brasile e Argentina) Spagna e Stati Uniti, ne fanno una delle multinazionali più forti del suo settore. Nei trentacinque anni di attività è stata capace di raggiungere nel 2016 il prestigioso traguardo di superare i novecentotrenta milioni di euro alla voce ricavi.

Questa è Engineering, un’azienda che non finisce mai la sua corsa verso un’espansione che inizia ad avere proporzioni davvero importanti, come dimostrano le 500 assunzioni previste in tutte le sedi del Gruppo. L’azienda svolge un doppio ruolo: da un lato promuove la ricerca sul software a livello internazionale. Dall’altro si impegna a trasferire l’innovazione al ciclo produttivo delle strutture di business.

Un’azienda, l’Engineering, già protagonista del mercato dell’outsourcing e del cloud computing, che continua la sua espansione sul mercato come dimostrano le 500 assunzioni che verranno effettuate a breve. Una sorta di oasi in un deserto sempre più arido che, almeno questa è la speranza, potrebbe interpretare questo dinamismo come un ulteriore contributo per chiudere definitivamente la crisi che ha messo in ginocchio le economie globali. Delle cinquecento persone che potranno iniziare a lavorare con questo colosso 300 dovranno essere neolaureati e neodiplomati in discipline tecnico-scientifiche da avviare verso interessanti prospettive di carriera.

Alle altre 200 unità non viene richiesta una particolare esperienza pregressa nel settore della Digital Transformation. Le figure ricercate saranno inserite in tutte le linee di business del Gruppo, per ampliare le competenze nei filoni strategici e d'innovazione, quali Cloud, Cyber Security, Artificial Intelligence, Big Data & Analytics, Robotic Process Automation. Anche per quanto riguarda i contratti l’offerta sembra del tutto vantaggiosa visto che in molti casi si può lavorare a tempo indeterminato. Previsti anche contratti di apprendistato e di stage. Le posizioni aperte sono per tutte le sedi italiane del Gruppo, in particolare: Roma, Torino, Padova, Firenze, Napoli, Milano, Bologna. Non saranno escluse nemmeno le sedi che l’azienda ha all’estero come Belgio, Spagna, Germania, Repubblica di Serbia, Brasile, Argentina e Usa..

Steelco...

Non possono che essere salutate con favore le notizie positive che arrivano sulle eccellenze italiane. Si tratta di quelle aziende di cui viene riconosciuto il valore e che continuano a crescere nel tempo come dimostrato dalle nuove assunzioni. Succede allora con Steelco, azienda veneta di Riese Pio X impegnata nel comparto delle apparecchiature medicali per il lavaggio e la sterilizzazione di ferri chirurgici nelle centrali di sterilizzazione. Tanto per avere un'idea della realtà che abbiamo davanti, la società dichiara di aver chiuso il 2017 con una crescita del fatturato del 21,7% su base annua, arrivando a raggiungere i 90 milioni di euro di ricavi nell'arco di 16 anni. E se l'obiettivo in agenda è di raggiungere i 160 milioni di euro significa che le aspettative di miglioramento sono decisamente alte

Se l'azienda va bene, le ripercussioni positive sono per tutte: per la società stessa, per i lavoratori dello stabilimento di Riese e di quello pordenonese di Zoppola, e per lo stesso tessuto sociale, considerando la prospettiva di nuove assunzioni. A collaborare con Steelco sono adesso più di 500, di cui 330 a Riese e 130 a Zoppola. E considerando che il Gruppo Mièle, con cui è stata completata l'integrazione, sta trasferendo in Italia parte della produzione, sono da mettere in conto ulteriori ingressi, oltre alle 60 già programmate per il 2018. Più precisamente le figure ricercate sono diplomati e laureati con formazione tecnica e ingegneristica. La società veneta ha depositato nel tempo numerosi brevetti e ha in corso progetti di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti con università in Italia e all'estero.

Non solo Italia perché Steelco, tra i principali produttori mondiali di apparati e sistemi per il lavaggio, disinfezione e sterilizzazione nell'ambito professionale medico-sanitario, nel settore della ricerca scientifica e nell'industria farmaceutica, è presente anche a Kuala Lumpur per l'Asia, a Miami per il Nord America, in Ungheria per i mercati dell'Est, oltre che in Russia, Messico, India, Germania, Francia, Spagna, Benelux e Danimarca.

Nestlè....

Sono allora 761 le nuove figure che Nestlè intende inserire anche negli stabilimenti italiani di Milano, Benevento, Perugia, oltre che in Europa. Il panorma dei requisiti richiesti è molto vario, come emerge con chiarezza proprio dalle figure che intende inserire in oragnico:

  1. B2B customer service specialist
  2. business development manager B2C
  3. e-commerce acquisition specialist
  4. finance (credit analyst export)
  5. group brand manager Cpw
  6. integrated talent management manager - Western Europe
  7. market&consumer research (digital analysis)
  8. senior configuration management process specialist
  9. stage in area marketing (e-commerce&digital, international business unit, trade marketing)
  10. supply chain (demand planning)

Come pubblicamente sostenuto dal gruppo svizzero, l'obiettivo della società è la creazione di un mondo migliore suggerendo la strada per uno stile di vita più sano. A tal proposito dichiara di voler eliminato dai propri prodotti 18.000 tonnellate di zucchero entro il 2020 e a ridurre a zero l'impatto ambientale delle proprie attività con il taglio del 39% le emissioni di gas serra per tonnellata di prodotto. In questo momento sono invece già aperte le selezioni per

  1. Controller Specialist - Nestlé Waters - Tempo pieno
  2. Stage Assistant Brand Manager - Tempo pieno
  3. Stage area Fatture - Tempo pieno
  4. Stage Assistant Brand Manager – International Business Unit - Tempo pieno
  5. Stage Logistica - Tempo pieno
  6. Accounting specialist – T. Determinato - Tempo pieno
  7. Logistic Specialist - Nespresso - Tempo pieno
  8. Delivery Services Specialist - Nespresso - Tempo pieno
  9. Boutique Supply Planner - Nespresso - Tempo pieno
  10. Stage Accounting - Tempo pieno
  11. Customer Service Specialist - Tempo determinato - Tempo pieno
  12. Stage Sales Support - Tempo pieno
  13. Stage Finance - Tempo pieno
  14. Stage Demand Planning - Tempo pieno
  15. Stage Trade Marketing - Tempo pieno
  16. Stage Boutique Department - Tempo pieno

Telecom, pure senza comptenze particolari

La Telecom ha deciso dunque di procedere a duemila nuove assunzioni a partire dal luglio del 2018. Lavoratori giovani, per lo più che si potranno inserire nel personale dell’azienda di telecomunicazioni sia in maniera diretta, sia, nel caso di scarsa esperienza, al termine di un percorso di formazione che la stessa azienda provvederà ad allestire per chi ne avrà bisogno. Una buona notizia per duemila giovani che in molti casi potranno quindi firmare il primo contratto della vita professionale. L’azienda attraverso questo piano esodi punta a realizzare un remix generazionale.

I giovani, assunti non come tecnici, dovranno dimostrare di possedere alcune competenze specifiche come per esempio quella di sviluppatore di applicazioni, progettista di piattaforme di rete virtuali, big data scientist, big data analyst, sviluppatore di software per servizi innovativi, progettista di reti di nuova generazione, specialista nell’assistenza al cliente via social.

La buona notizia ha impiegato poco a fare il giro della Rete e anche le reazioni, soprattutto da parte dei potenziali interessati, sembrano essere positive. Una delle emergenze, conseguenza diretta della lunga e tragica crisi economica che sembra solo ora, dopo circa un decennio, allentare la sua morsa sull’Italia, è certamente quello del lavoro. Gli ultimi dati pubblicati dall’Istat descrivono una situazione che lentamente sta migliorando anche sotto il profilo dell’occupazione. Includendo, per fortuna, anche quella giovanile che finalmente segna un’inversione di tendenza rispetto al trend negativo di questi ultimi anni. Anni terribili nei quali i giovani hanno dovuto confrontarsi con un futuro grigio e gravido di incertezza.

Certo non si può ancora cantare vittoria visto che le scorie di una crisi così devastante albergheranno ancora per diverso tempo nel tessuto sociale ed economico non solo italiano, ma la notizia che la Telecom ha in programma duemila nuove assunzioni si sposa perfettamente con un clima di ripresa che si spera riesca a mettere in moto l’entusiasmo dei consumatori. Assunzioni che riguarderanno anche ragazzi e ragazze senza grande esperienza nel terzo settore

La Telecom, oltre alle nuove assunzioni, mirerà ad aggiornare e formare il suo attuale personale. Per questo motivo le nuove assunzioni riguarderanno anche i giovani senza particolare esperienza nel mondo lavorativo che verranno formati dall’azienda stessa. In questo caso anche i circa cinquantamila dipendenti verranno assegnati a dei corsi di formazione e parteciperanno dunque a lezioni che saranno svolte sia nella maniera tradizionale quindi in una normale aula, sia online utilizzando le opportunità messe a disposizione dalla Rete.