Assegno bonus 1900 legge 104, per badanti e colf come funziona. Attesa per circolare INPS

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Assegno bonus 1900 legge 104, per badant

Come funziona bonus 1900 euro legge 104?

Mancano ancora quei dettagli operativi che completano il Testo Unico sui caregiver familiari. Solo dopo l'emanazione della circolare Inps sarà possibile essere più precisi.

Si resta ancora in attesa del via libera allo stanziamento del bonus di 1.900 euro per i familiari che assistono un familiare disabile di almeno 80 anni entro il terzo grado di parentela. Del provvedimento ovvero della circolare Inps si discute da tempo proprio perché il dibattito è stato avviato con l'obiettivo di migliorare e rendere più efficace la legge 104. L'accensione del semaforo verde per l'introduzione del bonus assistenza per la durata di un anno non è però un passaggio automatico perché occorre definire almeno due dettagli di primissimo piano. Quali sono allora le novità allo studio sulla legge 104 e cosa sarà previsto anche per badanti e colf, divorziati, single e vedovi?

Come funziona il bonus 1900 euro legge 104?

Il primo riguarda le modalità di assegnazione di questa cifra: sarà sotto forma di detrazioni fiscali ovvero di una riduzione dell'Irpef sulle spese effettuate per l'assistenza familiare o come contributo economico per chi ha un reddito Isee al di sotto di una certa soglia, poi individuata in 25.000 euro? In questo caso, l'agevolazione può essere richiesta dal soggetto interessato tramite la presentazione dello stato di famiglia che contenga il suo nome. Ma mancano ancora quei dettagli operativi che completano il Testo Unico in materia di caregiver familiari. Solo dopo l'emanazione dell'attesa circolare dell'Istituto nazionale della previdenza sociale sarà possibile essere più precisi.

Colf, divorziati, single e vedovi

E poi, quali misure per colf, divorziati, single e vedovi? Questa seconda questione non è affatto secondaria perché si incrocia con lo strumento dell'Assegno al nucleo familiare. Si tratta del sostegno economico destinato famiglie dei lavoratori dipendenti, titolari delle pensioni e di prestazioni economiche previdenziali da lavoro dipendente e lavoratori assistiti dall'assicurazione contro la tubercolosi.

Stando infatti alle nuove disposizioni, la soglia Isee è stata innalzata da 8.650 euro a 10.639 euro annui. Ma se nella famiglia è presente un componente disabile l'importo sale a 14.508 euro e se sono più di due a 15.476 euro. Di conseguenza l'assegno più alto finisce per spetti a single, divorziati e vedove e alla somma di 1.900 euro si arriva con un semplice calcolo matematico: se l'assegno familiare corrisponde a 142,85 euro al mese per 13 mesi, l'importo finisce per essere di 1.900 euro. Infine, oltre al bonus assistenza da 1.900 euro annui per coloro che assistono familiari disabili, arriveranno altre agevolazioni fiscali come il riconoscimento dei permessi previsti legge 104 o detrazioni ad hoc nel quadro della riorganizzazione del comparto e delle sue regole?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie