Invalidità minorenni 2020 a chi spetta, quando, importi e come fare domanda INPS

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Invalidità minorenni 2020 a chi spetta,

Invalidità minorenni 2020: come fare domanda Inps

In presenza dei requisiti scolastici previsti o della frequenza di cure riabilitative, il minore invalido ha diritto a una indennità di frequenza sotto forma di assegno mensile.

C'è una importante distinzione da fare quando si parla di invalidità. Con questa definizione si fa infatti riferimento allo status che certifica la difficoltà a svolgere alcune funzioni della vita di tutti i giorni o di relazione per malattie accertate e documentate di carattere fisico, psichico, intellettivo, della vista o dell'udito.

Ma nel caso dei minorenni viene invece a cadere un requisito importante poiché l'invalidità civile non è collegata alla capacità del soggetto di svolgere un'attività lavorativa.

Per essere più precisi, sono considerati tali coloro che hanno difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età.

Condizione fondamentale per accedere alle facilitazioni previste dalla normativa in vigore è il possesso del verbale di invalidità notificato dall'Inps, al quale si arriva al termine di un percorso burocratico che inizia con la presentazione della richiesta di riconoscimento dell'invalidità civile e trova nella visita davanti alla commissione medica il suo apice. Vediamo allora in questo articolo

  • A chi spetta invalidità minorenni 2020 e importi
  • Invalidità minorenni 2020: come fare domanda Inps

A chi spetta invalidità minorenni 2020

A norma di legge 2020, il minore che presenta difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della sua età oppure un deficit uditivo, mediamente superiore a 60 Db nell'orecchio migliore, viene riconosciuto minore invalido.

Ebbene, in presenza dei requisiti scolastici previsti o della frequenza di cure riabilitative, il minore invalido ha diritto a una indennità di frequenza sotto forma di assegno mensile.

L'indennità spetta se non si superano limiti personali di reddito stabiliti tutti gli anni e che per il 2020 sono pari a 4.926,35 euro. Se non si supera questo tetto si diventa beneficiari dell'assegno per un importo mensile di 286,81 euro fino a un massimo di 12 mensilità.

C'è però un'altra agevolazione prevista per i minori con riconoscimento di indennità di frequenza o di indennità di accompagnamento.

Nel caso di invalidità al 67%, scatta la possibilità di acquistare titoli di viaggio agevolati per i servizi di trasporto pubblico locale su strada. Non per tutti però perché anche in questo caso è comunque previsto un limite massimo di reddito imponibile.

Invalidità minorenni 2020: come fare domanda Inps

Ricordando che l'indennità di frequenza per minori è incompatibile con la speciale indennità prevista per i ciechi parziali, l’indennità di accompagnamento in qualità di ciechi civili assoluti, l'indennità di comunicazione prevista per i sordi prelinguali e l'indennità di accompagnamento di cui i minori siano in godimento o alla quale abbiano titolo in qualità di invalidi civili non deambulanti o non autosufficienti, il primo passo per riceverla è farsi rilasciare dal proprio medico di base il certificato medico introduttivo. ,

A quel punto può essere presentata la domanda all'Inps per via telematica che fisserà la data di convocazione per la visita decisiva. Nel caso di riconoscimento dell'invalidità, il pagamento spetta dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: