Lavoratori stagionali indennità e aiuti per coronavirus. Le richieste e aiuti possibili

di Marianna Quatraro pubblicato il
Lavoratori stagionali indennità e aiuti

Lavoratori stagionali indennita aiuti coronavirus richieste

Lavoratori stagionali fortemente penalizzati dall’emergenza coronavirus: indennità disponibili e nuovi aiuti richiesti

Sono i lavoratori stagionali i lavoratori certamente più colpiti dall’emergenza coronavirus che ha portato, come confermano le ultime notizie, alla chiusura di quasi tutti gli esercizi pubblici. Chiusi in anticipo impianti sciistici, con tutti gli indotti lavorativi, chiusi in gran parte delle località sciistiche alcuni negozi, incerto al momento l’avvio effettivo della stagione estiva con conseguente assunzioni di nuovi stagionali.

La situazione, lavorativa e quindi economica, si sta facendo certamente drammatica e ciò che ci si chiede è quali indennità e aiuti spettano ai lavoratori stagionali fermi a causa dell’emergenze coronavirus?

Lavoratori stagionali indennità e aiuti possibili per coronavirus

Allo studio del governo vi sono attualmente diverse misure di sostegno per diverse categorie di lavoratori, dalla cassa integrazione in deroga limitata al periodo di emergenza a tutti i lavoratori dipendenti delle imprese che ne fanno richiesta, al rinvio del pagamento dei contributi, alla sospensione del pagamento delle rate di mutui per famiglie e imprese, alla sospensione del pagamento di tasse e bollette ma ancora nulla è stato detto di certo per aiuti per i lavoratori stagionali.

Stando a quanto riportano le ultime notizie, considerando la chiusura anticipata delle strutture delle località turistiche invernali e il rinvio, al momento, dell’apertura di quelle estive, i lavoratori stagionali sono rimasti prima a casa e non vengono assunti già per la stagione estiva, molto incerta ad oggi, rimanendo senza alcuna indennità e sussidio per permettere loro, e alle loro famiglie, di vivere.

Secondo quanto spiegato da Marco Leonardi, consigliere del ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, per lavoratori stagionali del turismo e dello spettacolo, come per i co.co.co, categorie di lavoratori per cui esistono già indennità contro la disoccupazione, il governo sarebbe a lavoro per l’attivazione di misure come la disoccupazione stagionale, ma al momento si parla di ipotesi di lavoro.

Nel bozza del decreto con le misure economiche da attuare per fronteggiare l’emergenza coronavirus sono previste misure per agevolare il credito nel settore turistico, aiuto che potrebbe favorire anche i lavoratori stagionali del settore.  

Lavoratori stagionali richieste aiuti per emergenze coronavirus

Nell’attesa che il governo faccia sentire la sua voce con la definizione di misure certe, piovono richieste di aiuti e tutele per queste categorie di lavoratori. Giovanni Cafagna, rappresentante dell’Associazione Nazionale lavoratori Stagionali, chiede il prolungamento della Naspi per i lavoratori stagionali che hanno presentato domanda nel 2019.

Stessa richiesta di prolungamento del periodo di corresponsione dell'indennità di disoccupazione Naspi ai lavoratori stagionali è arrivata da diversi Comuni italiani posti di località turistiche, a partire da Capri, che ha chiesto tutele certe per i lavoratori stagionali che prestano i loro servizi nelle strutture alberghiere, turistiche e nelle attività commerciali come bar, ristoranti e boutique.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: