Licenziamento e sanzioni se non rispettati obblighi e doveri da lavoratore

di Marianna Quatraro pubblicato il
Licenziamento e sanzioni se non rispetta

Obblighi e doveri del lavoratore

I datori di lavoro hanno il diritto a chiedere il rispetto di doveri ben precisi da parte dei lavoratori. I rischi nel caso di violazione degli obblighi.

Diritti e doveri dei lavoratori perché anche in questo settore concessioni e obblighi si equivalgono e vanno messi sui due piatti della bilancia. E se alcuni obblighi possono sembrare scontati, come la puntualità nella presentazione del posto di lavoro, in altri casi può bastare la rivelazione di qualche dettaglio di troppo sulle mansioni svolte per andare incontro a conseguenze gravi, come sanzioni e perfino il licenziamento. Meglio dunque conoscere la normativa aggiornata sugli obblighi e i doveri da lavoratore e quali sono i rischi che si corrono nel caso di mancato rispetto.

Senza dubbio è fondamentale il dovere di diligenza ovvero è necessario esercitare competenza e cura nella relazione con il datore di lavoro e i colleghi. Ma non è il solo, come vedremo nell'analisi delle responsabilità dei dipendenti verso i datori di lavoro.

Quali sono obblighi e doveri del lavoratore

I datori di lavoro devono garantire che i diritti dei dipendenti siano rispettati. Sono regolati da una legislazione dettagliata sull'occupazione che prevede di trattare i dipendenti in modo equo. Uomini e donne che svolgono essenzialmente lo stesso lavoro devono ad esempi essere pagati allo stesso modo e allo stesso calcolo dello stipendio. Ma allo stesso tempo anche loro hanno il diritto a chiedere il rispetto di doveri ben precisi da parte dei lavoratori.

I dipendenti hanno il dovere dell'obbedienza che si traduce nel rispetto delle regole, delle politiche, delle indicazioni e dei comandi di lavoro. In fondo proprio questo significa essere un dipendente. Strettamente legato al concetto di obbedienza c'è quello di onestà ovvero l'indispensabilità di non mentire o rubare dal datore di lavoro.

E come anticipato occorre lavorare con ragionevole cura e competenza nello svolgimento delle mansioni assegnate durante il tempo richiesto. In altre parole, bisogna dare pieno valore del tempo per il quale il dipendente viene pagato. Un'altra responsabilità dei dipendenti verso i datori di lavoro è il divieto di divulgare ad altri informazioni riservate.

Si tratta di un passaggio che viene spesso trattato con superficialità da parte del dipendente, ma che è in realtà molto delicato. Pensiamo per esempio cosa potrebbe succedere nel caso di rivelazioni di informazioni importanti come segreti d'ufficio o strategie aziendali e come potrebbe compromettere il datore di lavoro. Naturalmente occorre cura della proprietà, dell'attrezzatura e delle strutture aziendali.

Cosa rischia il lavoratore per violazione doveri

Nel caso di violazione di uno di questi obblighi (dovere di obbedienza, dovere di fedeltà, dovere di riservatezza e osservanza delle norme in materia di sicurezza sul lavoro), il lavoratore deve mettere in conto sanzioni e contestazioni disciplinari, proporzionate alla gravità della violazione riscontrata. In ogni caso occorre fare riferimento al Contratto collettivo nazionale di lavoro che prevede conseguenze differenti in base al comparto di appartenenza.

Il licenziamento per giusta causa è un rischio concreto nel caso in cui il lavoratore commetta la stessa violazione nei due anni seguenti la sanzione disciplinare ricevuta.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: