Naspi e Dis Coll agricole 2020 non si bloccano se contratto è breve. Regole, durata e periodo

di Marianna Quatraro pubblicato il
Naspi e Dis Coll agricole 2020 non si bl

Naspi Dis Coll agricole contratto breve durata

Condizioni, termini e soglie di reddito per continuare ad avere Naspi e Dis Coll agricole 2020 pur con nuovo contratto di lavoro

I lavoratori agricoli beneficiari di Naspi e Dis Coll in scadenza tra marzo e aprile potranno beneficiare di una proroga dei sussidi anche se trovano un nuovo lavoro, purchè di breve durata, e a patto di rispettare alcune condizioni, anche reddituali. Vediamo quali sono le regole previste dal Decreto Rilancio per continuare a beneficiare di Naspi e Dis Coll agricole 2020 anche con uovo contratto di lavoro breve.  

Naspi e Dis Coll agricole 2020 non si bloccano contratto breve durata e periodo

Per i lavoratori agricoli che sono beneficiari di Naspi e Dis Coll agricole in scadenza tra marzo e aprile 2020 è prevista una  proroga dei sussidi e che si possono continuare a ricevere anche se si trova una nuova occupazione con contratto di lavoro breve. La proroga della fruizione delle indennità per i lavoratori agricoli sarà di ulteriori due mesi, dunque, se il termine fissato per usufruirne è compreso nel periodo tra il primo marzo 2020 e il 30 aprile 2020.

Nessuno stop, dunque, alle indennità di disoccupazione se si stipula un nuovo contratto di lavoro purchè di breve durata.

Stando a quanto previsto dal nuovo Decreto Rilancio varato dal governo Conte sempre per continuare a fronteggiare l'emergenza in Italia scatenata dalla diffusione del coronavirus, è possibile stipulare nuovi contratti di lavoro per lavoratori agricoli pur se si percepiscono Naspi e Dis Coll agricoli ma a condizione che i nuovi contratti stipulati siano a termine e di durata non superiore a 30 giorni, rinnovabili per ulteriori 30 giorni.


Naspi e Dis Coll agricole 2020 non si bloccano contratto breve regole

I requisiti per mantenere Naspi e Dis Coll agricole 2020 nonostante un nuovo contratto di lavoro non riguardano solo la durata dei contratti a termine ma anche il reddito. Per continuare a beneficiare delle indennità di disoccupazione agricole, infatti, il reddito derivante dal nuovo contratto breve che si stipula deve essere compreso nel limite dei 2mila euro per l’anno 2020.

La proroga delle indennità di disoccupazione per i lavoratori agricoli sarà di importo pari a quello dell’ultima mensilità previste dalle erogazioni delle iniziali e le regole stabilite prevedono che, insieme alla possibilità di continuare a beneficiare delle indennità, i lavoratori agricoli interessati debbano:

  • continuare a rispettare gli obblighi previsti dai trattamenti percepiti, come presentarsi alle convocazioni stabilite dai centri per l’impiego;
  • impegnarsi attivamente nella ricerca di una nuova occupazione;
  • partecipare alle iniziative di orientamento previste dal Patto di servizio personalizzato stipulato con i centri per l’impiego, che è subordinato al mantenimento delle stesse indennità.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Puoi Approfondire
Ultime Notizie