Naspi 2017: quando arriva primo pagamento. Durata, importo, come fare domanda INPS 30 aprile

Non si sta registrando uniformità di trattamento e c'è chi sta ricevendo solo adesso il primo assegno della Naspi 2017.

Naspi 2017: quando arriva primo pagament

Naspi 2017: il calcolo dell'importo

Da questo 2017 è la Naspi lo strumento principale di sostegno al reddito ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che abbiano perso l'occupazione. A percepire l'assegno sono i dipendenti, inclusi quadri, dirigenti e dipendenti pubblici a tempo determinato, gli apprendisti e i soci lavoratori che hanno sottoscritto oltre al rapporto associativo un contratto di lavoro subordinato. Sono fuori dai giochi i dipendenti a tempo indeterminato della pubblica amministrazione e gli operai agricoli, qualunque sia il contratto. Il problema principale resta quello di quando arriva primo pagamento. Non si sta infatti registrando uniformità di trattamento e c'è chi sta ricevendo solo adesso il primo assegno e c'è chi è ancora a bocca asciutta. Il tutto mentre è confermato che anche per questo 2017 la retribuzione da prendere a riferimento per il calcolo della Naspi è pari a 1.195 euro.

Naspi 2017: durata e importo

A differenza di altri sussidi di disoccupazione, non si tiene conto del requisito anagrafico del lavoratore ma esclusivamente di quante settimane di contribuzione è stata versata. Per accedere alla Naspi occorre possedere alcuni requisiti ben precisi: 13 settimane di contribuzione negli ultimi 4 anni per i quali risulti anno per anno complessivamente erogata o dovuta il minimo contributivo settimanale di 200,76 euro; 30 giorni di lavoro effettivo nei 12 mesi che precedono l'inizio della disoccupazione non necessario il raggiungimento del minimale contributivo, maternità obbligatoria e congedo parentale si considerano periodi neutri con conseguente ampliamento, pari alla durata dell'evento, dei 12 mesi precedenti. In ogni caso:

  1. è calcolata sull'mponibile previdenziale degli ultimi 4 anni comprensiva degli elementi continuativi e non, e delle mensilità aggiuntive;
  2. garantisce il 75% per retribuzione pari o inferiore a 1.195 euro;
  3. per retribuzioni superiori incremento del 25% tra il differenziale della retribuzione e 1.195 euro;
  4. non può essere superiore a 1.300 euro;
  5. non è soggetta a prelievo contributivo 5,84%;
  6. subisce un taglio del 3% ogni mese a partire dal quarto mese di fruizione.

Come fare domanda INPS per accedere alla Naspi

La domanda di accesso alla Naspi 2017 va presentata all'Inps in via telematica entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro. L'indennità spetta a decorrere dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda e non prima dell'ottavo giorno successivo alla cessazione del rapporto di lavoro. Viene corrisposta su base mensile per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione degli ultimi quattro anni, detratti i periodi contributivi in cui la prestazione è stata già erogata. Tra le novità solo adesso introdotte, nel caso di disoccupazione involontaria dal primo gennaio 2017, la durata massima è di 78 settimane. Per quanto riguarda l'importo, la Naspi 2017 è rapportata alla retribuzione imponibile ai fini previdenziali degli ultimi quattro anni utili, divisa per il numero di settimane di contribuzione e moltiplicata per il numero 4,33.

Ultime Notizie