Nuovi importi per il calcolo di malattia, congedo, maternitÓ 2019 indicati in circolare INPS

Nuova circolare Inps sui minimali di reddito per il calcolo dell'indennitÓ di malattia per i lavoratori dipendenti anche per le prestazioni di maternitÓ e paternitÓ.

Nuovi importi per il calcolo di malattia

Calcolo 2019 di malattia, congedo e maternitÓ

Quello dell'Inps è un deciso aggiornamento degli importi di calcolo 2019 di malattia, congedo e maternità. Lo rende pubblico con una nuovissima circolare in cui trovano spazio i minimali di reddito per il calcolo dell'indennità di malattia per i lavoratori dipendenti anche per le prestazioni di maternità e paternità e tubercolosi nei confronti dei lavoratori dipendenti e lavoratori autonomi.

Nulla di straordinario, intendiamoci, perché l'Istituto nazionale della previdenza sociale procede con una certa frequenza alla rivisitazione dei valori da utilizzare nel 2019 per via del cambiamento del tasso di inflazione sulla base del dati Istat, adesso all'1,1%.

Calcolo 2019 di malattia, congedo e maternità

Per quanto riguarda la liquidazione delle indennità di malattia, maternità e paternità e tubercolosi, la misura deve essere calcolata con riferimento a periodi di paga compresi nel 2019, sulla base di importi giornalieri variabili in base alle categorie di lavoratori interessati. Entrando nel dettaglio, l'Inps provvedere a rivedere gli importi per il calcolo di malattia, congedo e maternità per

  1. i lavoratori soci di società e di enti cooperativi: non inferiore al minimale giornaliero di legge, pari a 48,74 euro
  2. i lavoratori agricoli a tempo determinato: non inferiore al minimale giornaliero di legge, pari a 43,35 euro
  3. i compartecipanti familiari e piccoli coloni: utilizzato, in via temporanea il reddito del 2018 pari a 57,60 euro
  4. i lavoratori italiani operanti all'estero in paesi extracomunitari: rinvia all circolare 13 del 2019
  5. i lavoratori italiani e stranieri addetti ai servizi domestici e familiari: 7,13 euro per le retribuzioni orarie effettive fino a 8,06 euro; 8,06 euro per le retribuzioni orarie effettive superiori a 8,06 euro e fino a 9,81 euro; 9,81 euro per le retribuzioni orarie effettive superiori a 9,81 euro; 5,19 euro per i rapporti di lavoro con orario superiore a 24 ore settimanali
  6. i lavoratori autonomi: artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni, mezzadri, imprenditori agricoli professionali, pescatori autonomi della piccola pesca marittima e delle acque interne: 43,35 euro per coltivatori diretti, coloni, mezzadri, imprenditori agricoli professionali; 48,74 euro per artigiani e commercianti, 27,07 euro per pescatori

Nuovi importi nel 2019 per altre prestazioni

Per quanto riguarda gli importi giornalieri sulla cui base vanno determinate le prestazioni economiche di cui trattasi ai fini della liquidazione delle indennità di malattia, l'Inps comunicare il resto delle cifre:

  1. Lavoratori iscritti alla Gestione separata dei lavoratori autonomi: 340,32 euro per i liberi professionisti per i quali si applica l’aliquota del 25,72%, 446,17 euro per i collaboratori e altre figure assimilate per i quali si applica l’aliquota al 33,72%, 452,92 euro per i collaboratori e altre figure assimilate per i quali si applica l'aliquota al 34,23%
  2. Assegno di maternità: 346,39 euro mensili per complessivi 1.731,95 euro
  3. Assegno di maternità per lavori atipici e discontinui: 2.132,39 euro
  4. Limiti di reddito ai fini dell'indennità del congedo parentale: il valore provvisorio dell’importo annuo del trattamento minimo pensionistico per il 2019 è pari a 6.669,13 euro
  5. Indennità economica e accredito figurativo per i periodi di congedo riconosciuti in favore dei familiari di disabili in situazione di gravità: importo complessivo annuo di 48.495,36 euro, importo massimo annuo indennità di 36.463,00 euro, importo massimo giornaliero indennità di 99,90 euro

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il