Nuovi permessi Legge 104 e congedi parentali coronavirus quando si possono richiedere INPS dopo Decreto Maggio

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Nuovi permessi Legge 104 e congedi paren

Quando si possono richiedere permessi Legge 104

Senza la pubblicazione del decreto Rilancio l'Inps non può rendere pubbliche le linee guida ovvero la procedura da seguire per la richiesta di permessi e congedo parentale.

Il decreto Rilancio contenente la proroga delle norme sui permessi legge 104 e i congedi parentali in tempi di coronavirus è stato approvato. E sono già in tanti a chiedersi e a chiedere come fare a ottenerli.

A oggi non c'è una risposta certa per la semplice ragione che il decreto non è stato ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, tappa intermedia prima della conversione in legge dello Stato.

E senza la pubblicazione l'Inps non può rendere pubbliche le linee guida ovvero la procedura da seguire per la richiesta di permessi e congedo parentale.

Si tratta di un vera e propria beffa perché in queste condizioni diventa impossibile organizzare l'attività lavorativa che è appena ripresa mentre le scuole sono chiuse e le esigenze dei familiari dei disabili sono le stesse.

E nel medesimo tempo è altrettanto difficile pianificare le prossime settimane. Nonostante l'avvio della fase 2, quella di convivenza con il coronavirus, stiamo attraversando giornate profondamente differenti da quelle del periodo precedente alla pandemia. Vediamo quindi in questo articolo le novità tra

  • Quando si possono richiedere permessi Legge 104 e congedi parentali
  • Permessi Legge 104 e congedi parentali nel nuovo decreto maggio

Quando si possono richiedere permessi Legge 104 e congedi parentali

Decreto Rilancio alla mano, quando si possono richiedere permessi Legge 104 e congedi parentali? Dal punto di vista procedurale occorre aspettare la pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale e quindi le istruzioni dell'Inps.

Dal punto di vista pratico e nonostante le difficoltà attraversate da chi ha bisogno di attivare questi strumenti, la situazione potrebbe non essere così preoccupante. La pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale è data come imminente e tutto lascia credere che dovrebbe avvenire da un giorno all'altro.

L'Istituto nazionale della previdenza sociale dovrebbe quindi attivarsi in tempi stretti, se non altro perché quella che riguarda i permessi Legge 104 e i congedi parentali non è altro che una proroga senza l'introduzione di particolari novità che potrebbero rallentare l'iter per i richiedenti.

Permessi Legge 104 e congedi parentali nel nuovo decreto maggio

Con il decreto Rilancio, fino al 31 luglio 2020 e per un periodo continuativo o frazionato non superiore a 30 giorni, i genitori lavoratori dipendenti del settore privato possono fruire per i figli fino a 12 anni di uno specifico congedo familiare, per il quale è riconosciuta una indennità pari al 50% della retribuzione con copertura della contribuzione figurativa.

L'alternativa è l'acquisto di servizi di baby sitting da utilizzare per l'iscrizione ai servizi socio-educativi territoriali, ai centri con funzione educativa e ricreativa e ai servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia.

La fruizione è incompatibile con la fruizione del bonus asilo nido. Per quanto riguarda i permessi Legge 104, destinatari della proroga di 12 giorni per i mesi di maggio e giugno sono i lavoratori dipendenti privati che assistono un familiare con handicap grave e i lavoratori dipendenti pubblici.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Puoi Approfondire
Ultime Notizie