Poste Italiane, assunzioni 2018. Postini per tutte le sedi. Procedura e capacità richieste

Nuove assunzioni da Poste Italiane per postini: come presentare la candidatura e requisiti richiesti. Le selezioni

Poste Italiane, assunzioni 2018. Postini

assunzioni poste italiane posizioni requisiti


Assunzioni Poste Italiane 2018, Poste torna ad assumere in tutta Italia e in modo particolare la figura del Postino. Ecco le assunzioni, dove e come, requisiti e procedura. E poi altre aziende che assumono.


 

Diverse aziende ricercano personale anche ora, e ococrre spedire prima possibile il proprio Curriculum Vitae e candidatura. Una di queste è Poste Italiane che ricerca diversi ruoli in tutta Italia, ma sono numerose le aziende che stanno cernado personale per ora o subito per Settembre

Poste Italiane assunzioni

Poste Italiane alla ricerca di nuovo personale da impiegare nelle sedi di Poste di tutta Italia.  La ricerca è volta soprattutto a postini. I requisiti richiesti a chiunque volesse candidarsi per l’assunzione, inizialmente con contratto a tempo determinato, sono aver conseguito diploma di scuola media superiore con votazione minima 70/100 o diploma di laurea, anche triennale, con votazione minima 102/110; avere la patente di guida in corso di validità; avere idoneità generica al documentata dal certificato medico rilasciato dalla USL/ASL di appartenenza o dal proprio medico curante; avere il patentino di bilinguismo richiesto per la sola provincia di Bolzano. Per candidarsi, basta accedere alla pagina Poste Italiane lavora con noi e registrarsi, quindi inoltrare il proprio curriculum vitae entro il 31 luglio 2018.

Se di interesse di Poste, si verrà contattati dall’Ufficio Risorse Umane Territoriali di Poste Italiane che comunicherà al candidato che dovrà sostenere un test di ragionamento logico. Chi supererà questa prima fase, passerà alla seconda fase della selezione che consiste nella verifica dello stesso presso una sede dell’Azienda, un colloquio e la prova d’idoneità alla guida del motomezzo che sarà effettuata su un motomezzo 125 cc a pieno carico.

E ulteriore azienda cerca...

In un'epoca in cui il lavoro è una variabile impazzita, soprattutto nelle regioni del meridione, fa un certo effetto scoprire che il gruppo Exprivia Italtel ha messo in conto l'assunzione di un migliaio di forze fresche. E lo fa con la precisa intenzione di irrobustire l'organico nei prossimi cinque anni, con una particolare attenzione alle regioni del Sud. Proprio da queste parti è infatti prevista la più sostanziosa carrellata di ingressi, circa il 70%, quasi tutti nei due centri di ricerca di Palermo e Molfetta. Tutto è messo nero su bianco nel piano industriale 2018-2023, messo a punto dopo l'acquisto dell'81% di Italtel a dicembre dello scorso anno. Insomma, a meno di cataclismi, la carta è destinata a cantare.

Ed è stata proprio questa acquisizione, come emerge dal Piano industriale, che ha permesso al gruppo Exprivia Italtel, system integrator punto di riferimento in vari segmenti di mercato, di varare un piano con l'ambizioso obiettivo di raggiungere ricavi fino a 760 milioni al 2023, con un aumento di più di 150 milioni rispetto al 2017 e un Cagr (Compounded average growth rate ovvero il tasso annuo di crescita composto) del 3,8%. Tanto per intenderci, se nel settore energia, il target sono produttori, distributori e public utility, in quello della finanza sono banche, broker e assicurazioni, in quello telco e media sono operatori e telco equipement manufacturing, in quello dela sanità organizzazioni sanitarie, servizi centrali, mondo pharma e medicale.

Come argomentato da Stefano Pileri, CEO di Italtel, ci sono alcune tendenze che hanno guidato l'apertura degli orizzonti di Exprivia Italtel in settori ora rilevanti. Il riferimento va al manufacturing, al food & beverage, al retail, al luxury. Altri, come conseguenza della trasformazione digitale, si sono imposti in maniera decisiva quali nuovi pillar del business interno. In questo caso il pensiero va diretto all'industria energetica, che già oggi sfrutta le innovazioni tecnologiche per offrire un servizio, personalizzarlo e fornirlo agli utenti finali. L'intervento in tal senso di Exprivia - ha sottolineato - punta allora a migliorare un contesto che ha bisogno di evolver per superare le sfide del mercato.

Altre aziende che assumono ora

Vi sono anche altre aziende che assumono ora come Fs che ricerca diversi profili in tutta Italia e una ulteriore lista aggiornata che abbiamo redatto in questo articolo con imprese che ricercano adesso nelle varie regioni italiane, figure diverse, con diversi titoli di studio e contratti (anche stage e prima esperienza)