Anticipo Tfs statali 2019-2020, decreto ufficiale sbloccato per chi è andato in pensione

di Marianna Quatraro pubblicato il
Anticipo Tfs statali 2019-2020, decreto

Anticipo Tfs statali decreto ufficiale sbloccato chi

Via libera al decreto per l’anticipo del Tfs 2019-2020 subito agli statali, cosa manca ora e quando saranno dati i soldi spettanti per la liquidazione.

Dopo circa un anno di attesa, il decreto relativo all’erogazione dell’anticipo del Tfs agli statali subito è stato sbloccato per chi già è andato in pensione. A che punto, dunque, è la situazione? Qual è l’accordo con le banche sui tassi che saranno applicati sull’anticipo del Tfs agli statali? Quando saranno effettivamente dati i soldi dovuti di anticipo del Tfs a chi è già andato in pensione?

Anticipo Tfs statali 2019-2020 sbloccato decreto ufficiale, cosa rimane ancora da fare e tempi

Stando a quanto riportano le ultime notizie, dopo lo sblocco del decreto ufficiale nei giorni scorsi,  l’Inps avrebbe dato il via per attivare il sistema 2020 che consente a tutti i dipendenti pubblici di presentare domanda per avere subito l’anticipo TFS.

Lo stesso Inps, però, affinchè tutto l'iter per l'anticipo del TFS possa avvenire senza nessun problema,  deve ancora pubblicare le circolari attuative, in modo particolare quelle per l’accordo tra le banche per l’applicazione dei tassi da calcolare sul Tfs e le disposizioni attuative per dare domanda. 

I tempi, in genere, a questo punto, riguardo l'uscita delle circolari attuative, dovrebbe essere all'incirca di un mese, ma il vero nodo rimane se nel frattempo l'INPS e le autorità preposte abbiamo siglato o almeno portato avanti le trattaive a buon punto con le banche per erogare la liquidazione.

Se non fosse così, i tempi, chiaramente si potrebbero ancora una volta dilatare.

Ciò che, però, si sa, o almeno che si spera, è che ormai i tempi per l’anticipo del Tfs subito agli statali potrebbero e dovrebbero essere maturi.

Del resto, il ministro della ministro della Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone, lo scorso mese di dicembre, rispondendo a chi chiedeva spiegazioni su quando sarebbe stato finalmente erogato l'anticipo del Tfs agli statali già andati in pensione, aveva spiegato che si sarebbe dovuto attendere il mese di gennaio 2020 per il parere da parte del Consiglio di Stato sullo schema di decreto per l’anticipo del trattamento di fine rapporto agli statali.

Anticipo Tfs statali 2019-2020 quando sarà dato per chi è andato in pensione

Nonostante la notizia dello sblocco del decreto per l’anticipo del Tfs subito agli statali, le ultime notizie non sono chiare sui tempi in cui i soldi dovuti a chi è già andato in pensione saranno dati. Di tempo però ne è passato già tanto per chi si aspettava di avere subito i suoi soldi.

Con l’approvazione della quota 100 per andare in pensione a 62 anni di età e con 38 anni di contributi, sia per i lavoratori dipendenti privati sia per i dipendenti statali, era, infatti, stato stabilito che tutti i dipendenti pubblici che avessero deciso di uscire con la quota 100, avrebbero potuto percepire subito un parte del loro Tfs, Trattamento di fine servizio che sarebbe il Trattamento di Fine rapporto per gli statali.

Inizialmente la cifra decisa da erogare subito era di 30mila euro. Poi la norma è stata poi modificata con un aumento della somma da erogare subito, salita a 45mila euro. Per poter erogare subito l’anticipo del Tfs agli statali, il governo avrebbe dovuto raggiungere un accordo con le banche per dare prestiti bancari con tassi agevolati sulla somma del Tfs maturato.

Ma a causa della crisi di governo della scorsa estate, gli statali che hanno deciso di anticipare l’uscita scegliendo la quota 100 si sono visti bloccata la liquidazione del Tfs spettante. E parliamo di circa 170 mila statali circa già andati in pensione.

Poi lo scorso mese di novembre, con l’insediamento del governo Conte bis, il ministro della Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone, aveva dichiarato che si sarebbe impegnata per risolvere la questione ma tutto è rimasto fermo fino all’attuale notizia di sblocco del decreto per dare l’anticipo del Tfs 2020 subito agli statali.

Tempi anticipo Tfs 2019-2020 per gli statali

La notizia di sblocco del decreto, anche se da chiarire nel dettaglio, rappresenta una speranza per tutti gli statali che sono andati già in pensione e aspettano di percepire i loro soldi di trattamento di fine rapporto. Non avrebbero, però, dovuto aspettare così tanto, rispetto a quanto prospettato lo scorso anno.

Eppure i tempi anche in questi casi si sono decisamente dilatati, diventando lunghi come già da norma previsto. L’auspicio è che per chi andrà in pensione d’ora in poi, l’anticipo del Tfs possa arrivare subito.

Dal 2014 la liquidazione del Tfs avviene in un anno circa per coloro che cessano il rapporto di lavoro per raggiunti limiti di età o per andare pensione di vecchiaia a 67 anni di età, tempo che sale a 24 mesi per chi il pensionamento con la pensione anticipata.

E chi ha optato per la quota 100 lo scorso anno sta ancora aspettando. Con il decreto che prevede l’anticipo del Tfs per 45mila euro, ancora non entrato in vigore, la liquidazione dovrebbe arrivare subito per la cifra appena riportata senza alcun tempo di attesa.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: