Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni metodi per uscire prima a decine

Dalle possibilità per singole categorie di lavoratori a contributivo femminile, staffetta e isopensione: i modi per uscire prima nell’attesa delle ultime novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie quota 100, quota

pensioni novità sistemi uscita prima vigenti categorie


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:05): Vi sono dei sistemi poco applicati ancora che possono permettere di uscire dai 4 ai 2 anni prima grazie sia delle regole già in essere da tempo che a delle novità per le pensioni che hanno allargato le condizioni come quelle che abbiamo visto sotto, ad esempio, della circolare dell'Istituto di Previdenza o per iniziative di casse di singoli settori. (semrpe di seguito abbiamo scritto un esempio, di una delle ultime che ha realizzato questa novità per le pensioni per i suoi iscritti)

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45): E queste decine di sistemi per uscire prima che già esistono hanno il gravissimo difetto di essere fortemente parcellizzati e validi solo per poche persone e da qui nasce la forte esigenza che sta crescendo sempre di più di novità per le pensioni valide per tutti che ormai, almeno a livello di affermazioni, sembra nelle ultime notizie e ultimissime, trovare tutti d'accordo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:17): Sono numerosi i sistemi e i metodi per uscire prima e non ci sono solo le novità per le pensioni che atualmente sono al centro dell'attenzione, ma almeno 4-5 metodi, senza contare tutti quelli particolari che valgono ancora per singoli settori e categorie.

Dal prossimo primo maggio, secondo quanto confermano le ultime notizie, saranno in vigore le ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 che permetteranno ai nati tra il 1951 e il 1953 di uscire prima fino a tre anni rispetto alla soglia fissata attualmente dei 66 anni e sette mesi ma nell’attesa della loro entrata in vigore ufficiale e dei decreti attuativi ufficiali con le regole di funzionamento delle stesse novità per le pensioni, sono già diversi i modi per uscire prime. Vediamo i principali.

Categorie di persone che possono uscire prima

Possono andare in pensione prima determinate categorie di persone per cui sono previste diverse soglie di pensionamento rispetto a quella dei 66 anni e sette mesi:

  1. dirigenti medici, ricercatori universitari e professori associati possono andare in pensione a 65 anni;
  2. i lavoratori del comparto difesa e sicurezza possono andare in pensione a 57 anni e 7 mesi di età con 35 anni di contributi o avendo maturato 40 anni e 7 mesi di contributi indipendentemente dall'età anagrafica;
  3. i lavoratori del comparto dello spettacolo quest’anno possono uscire a 64 anni e 7 mesi di età, che diventano a 61 e 7 mesi, attori, conduttori, direttori di orchestra, lavoratori appartenenti al mondo della moda;
  4. cantanti, concertisti e orchestrali vanno in pensione a 61 anni di età e 7 mesi, che scendono a 58 anni e 7 mesi per le donne.

A questa categorie di persone cui è permesso andare in pensione prima rispetto all’attuale soglia dei 66 anni e sette mesi si aggiungono i lavoratori iscritti all'Ensarco (agenti e rappresentanti di commercio), che possono andare in pensione fino a due anni prima con una decurtazione sulla pensione del 5% per ogni anno di anticipo in cui si decide di lasciare la propria occupazione.  Per anticipare la propria età pensionabile, gli iscritti al Fondo Ensarco:

  1. devono avere raggiunto almeno 65 anni di età;
  2. devono aver maturato almeno 20 anni di contributi;
  3. devono aver raggiunto quota 90, risultato della somma tra età anagrafica ed età contributiva;
  4. devono accettare l’importo della pensione ridotto del 5% per ogni anno di anticipazione rispetto a quanto avrebbero normalmente percepito.

Contributivo donna proroga per uscire prima

Tra i sistemi che permettono già di uscire prima c’è quello del contributivo donna, prorogato fino al 31 luglio 2016 anche per le nate dell’ultimo trimestre del 1958, che permette alle donne lavoratrici di anticipare la propria età pensionabile, a 57 anni per le statali, a 58 per le lavoratrici private o autonome, con almeno 35 anni di contributi, accettando una pensione finale ridotta, fino anche al 30%, interamente calcolata con sistema contributivo e non più con il vecchio retributivo.

Staffetta generazione per uscire prima e regole previste

Insieme al contributivo donna, anche la staffetta permette ai lavoratori del settore privato che abbiano raggiunto almeno 63 anni e sette mesi di età e abbiano maturato almeno 20 anni di contributi di passare dall’impiego full part a quello part time, riducendo il proprio orario di lavoro del 40 o al massimo del 60%, con conseguente riduzione dello stipendio ma continuando a percepire il regolare pagamento dei contributi previdenziali.

Uscire prima a 64 anni e requisiti previsti

E’ possibile, inoltre, uscire due anni prima, cioè a 64 anni, grazie a quanto stabilito da una circolare dell’Istituto di Previdenza, ancora una volta, però, non valida per tutti. Possono infatti usufruire di questa possibilità gli impiegati del settore privato che abbiano:

  1. l’età di 64 anni e almeno 36 anni di contributi;
  2. l’età di 61 anni con 35 di contributi entro il 31 dicembre 2012;  
  3. l’60 anni e 20 anni di contributi per le donne, entro il 31 dicembre 2012;
  4. che alla data del 28 dicembre 2011 fossero o meno regolarmente impiegati in attività da lavoro dipendente del settore privato.

Isopensione per uscire prima e come funziona

Tra i modi già vigenti che permettono di uscire prima anche quello della cosiddetta isopensione, sistema che permette di anticipare l’età pensionabile fino a quattro anni, senza alcuna penalità sulla pensione finale e continuando a percepire il regolare versamenti dei contributi previdenziali da parte della azienda in cui si è impiegati. E’, però, l’ennesimo sistema valido solo per determinate persone e non per tutti: l’Isopensione, infatti, per uscire prima vale solo per gli impiegati di aziende con più di 15 dipendenti, e a cui manchino solo 4 anni al raggiungimento dei normali requisiti pensionistici.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: