Domanda pensioni 2020 ritardi lavorazione o accettazione da INPS a causa coronavirus o no

di Marianna Quatraro pubblicato il
Domanda pensioni 2020 ritardi lavorazion

Domanda pensioni ritardi lavorazione accettazione INPS coronavirus

Possibili ritardi di lavorazione e accettazione domande pensioni 2020 da Inps: pratiche più urgenti da svolgere per emergenza coronavirus

Presentare domanda di pensione 2020 ai tempi del coronavirus potrebbe richiedere tempi di lavorazione più lunghi, o forse no, ma certamente qualcosa potrebbe andare in maniera diversa dal solito.

E non ci sarebbe da stupirsi, considerando che proprio a causa della pesate emergenza sanitaria a causa della diffusione del coronavirus che ha messo in ginocchio l’Italia le sedi fisiche degli uffici Inps hanno chiuso. Quali sono i tempi per lavorazione e accettazione di domanda pensioni 2020 all’Inps in questo momento?

Domanda pensioni 2020 ritardi lavorazione o accettazione da INPS per coronavirus

Come accennato a inizio pezzo, dopo aver regolarmente portato avanti la propria attività nelle prime settimane di emergenza coronavirus in Italia, l’Inps ha deciso di chiudere tutti i propri uffici in Italia. Da diversi giorni, infatti, le sedi fisiche dell’Istituto di Previdenza hanno chiuso per evitare contatti tra persone e assembramenti in un momento in cui è vietata qualsiasi forma di contatto fisico e sociale ma per evitare disservizi ha deciso, allo stesso tempo, di potenziare i propri servizi online.

E’ vero, dunque, come comunicato dallo stesso presidente dell’Istituto, Pasquale Tridico, che l’Inps ha definito un potenziamento dei servizi Inps oline, ma è anche vero lavorazione o accettazione di eventuali domande di pensione 2020 che arrivano in questo momento potrebbero subire ritardi.

Il motivo è presto spiegato: per fronteggiare l’emergenza coronavirus, il governo ha messo a punto una serie di misure a sostegno di famiglie e lavoratori e per usufruire di quasi tutte le suddette misure è necessario presentare relativa domanda all’Inps e l’Istituto di ritrova a dover gestire domande per prestazioni di cui famiglie e lavoratori devono usufruire da subito, per cui è possibile attendere per la lavorazione della domanda di pensione.

Le diverse pratiche che l’Inps deve gestire con più urgenza riguardano i nuovi benefici come:

  • voucher badanti e baby sitter;
  • nuovo congedo parentale esteso fino a 15 giorni;
  • cassa integrazione estesa a tutti;
  • nuovi permessi per Legge 104 (fino a 12 giorni).

Domanda pensioni 2020 tempi lavorazione o accettazione da INPS

Alla luce di quanto sopra riportato, dunque, è plausibile pensare che domande di pensione 2020 presentate attualmente o da poco richiedano tempo maggiori rispetto al solito per lavorazione e accettazione. Si tratta, però, di ipotesi che parlano di possibili ritardi di 1 o 2 mesi al massimo rispetto ai soliti tempi previsti dall’Inps per la gestione di domande di pensione.

Tuttavia, è bene precisare che si tratta pur sempre di una situazione che può essere diversa da regione a regione. Molto, infatti, dipende dalla mole di lavoro che l’Inps deve svolgere.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: