Emendamenti su novitÓ per pensioni, ma anche sorpresa Governo in Legge Bilancio 2019

di Marianna Quatraro pubblicato il
Emendamenti su novitÓ per pensioni, ma a

legge di bilancio 2019-2020, novitÓ pensioni

Numerosi emendamenti presentati per la Legge di Bilancio 2019 e alcuni riguardano anche le novitÓ per le pensioni. Ma ci potrebbe anche essere l'intervento diretto sempre sul tema delle pensioni e sul testo della Finanziaria da parte del Governo.

Oltre 4500 emendamenti sono stati depositati per la Legge di Bilancio alla scadenza ieri di lunedì 19 Novembre alle ore 15 e alcuni riguardano, ovviamenre, anche le novità per le pensioni, ma certamente non sono tutti quelli auspicati, mancandone all'appello diversi, sia per le donne che per precoci e usuranti.

Da sottolineare, però, che secondo, le ultime notizie, riportate da fonti autorevoli come il Il Messaggero  ci potrebbe essere un intervento di modifiche proprio sul tema dele pensioni da parte del Governo stesso sempre nel testo della Manovra.

Rimangono sicuri nella Legge di Bilancio, non toccati da nessun emendamento, sia Opzione Donna Proroga che Ape Social 2020. Anche quota 100, che vedremo oggetto di emendamenti, pare, comunque difficile che sia cambiata o addirittura cancellata.

Gli emendamenti presentati per le novità per le pensioni in Legge di Bilancio 2019-2020

Il primo emendamento, che era anche quello più scontato, è quello sulla cancellazione totale di Quota 100 da parte di Italia Viva che ha ufficializzato così quello che aveva già dichiarato con numerosi suoi esponenti.

Ma non c'è solo l'emendamento per quota 100. Da parte di Leu, infatti, vi è la proposta di un aumento delle pensioni con l'allargamento della platea dei pensionati che potranno ricevere la quattordicesima e nello stesso tempo un aumento delle risorse finanziarie per il fondo della non autosufficienza.

Molto importante l'emendamento in favore degli esodati presentato dai Sen. Nannicini, Laus e Manca, “Disposizioni in materia di accesso al pensionamento per i lavoratori c.d. esodati” che accoglie pienamente le proposte del Comitato 6.000 Esodati di correzione degli errori e delle discriminazioni contenute nell’ultimo provvedimento approvato dal Parlamento (Ottava Salvaguardia) includendo finalmente per tutte le categorie in essa incluse la maturazione del REQUISITO previdenziale al 31/12/2021, con la richiesta di blocco dell’adeguamento all’aspettativa di vita e dell’adeguamento di genere, che hanno infierito particolarmente sulle donne.

Con riferimento indiretto alle pensioni, ma che prevede, una loro maggiore tassazione così come per gli stipendi dei lavoratori, vi è un emendamento da parte del Movimento 5 Stelle per favorire le costruzione di case con un programma di edilizia pubblica chiamato Casa Mia con un fondo di 80 miliardi per i prossimi 20 anni.

E a questo fondo, dovrebbe contribuire pensionati e lavoratori, co una tassazione progressiva che porterebbe i redditi più alti ad una trattenuta di 240 euro massima all'anno.

Da ricordare che tutti gli emendamenti prima dovranno essere giudicati ammissibili dalla Commissioni preposte, per poi essere votati alla Camera e al Senato.

I possibili interventi diretti del Governo per le novità per le pensioni sul testo della Legge di Bilancio 2019-2020

Come detto, c'è molta delusione da parte di precoci, usuranti disoccupati, ma anche delle donne, per il fatt che non ci siano emendamenti dedicati a loro da nessuna parte politica, ma c'è ancora una possibilità come ha spiegato in un approfonimento il giornale Messaggero, e non solo.

Il Governo, infatti starebbe pensando, di cercare dia ccogliere in parte le richieste dei sindacati sull'aumento delle pensioni, avvenuto anche durante la manifestazione del 16 Novembre a Roma. L'idea sarebbe quella o di aumentare il valore delle rivalutazione oppure di allargare la platea di chi può prendere la quattordicesima.

Ma non ci sarebbe solo questo intervento. Come anche consigliato dalla stessa INPS, il Governo potrebbe mettere mano all'APE Social, grazie ai soldi risparmiati negli anni precedenti sia da questa forma di pensionamento anticipato, sia per quota 41 usuranti, e con alcune ceninaia di miglioni intervenire per allargare l'APE Social e migliorarla in favore, proprio, di disoccupati, precoci, e usuranti.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: