In pensione senza averne diritto. Scoperta truffa patronato. La storia

di Marianna Quatraro pubblicato il
In pensione senza averne diritto. Scoper

pensione senza diritto truffa patronato storia

Sono ben 32 le persona in pensione senza aver effettivamente raggiunto i requisiti per l’uscita: licenziato ex responsabile dei patronati. La vicenda

Ben 32 persone andare in pensione senza aver ancora raggiunto i requisiti per maturarne il diritto: si tratta di una storia vera accaduta in Sardegna, dove un ex funzionario responsabile degli uffici dei patronati Guspini, San Gavino, Villacidro, Serramanna e Sanluri, Antonello Deidda, prima sospeso dal lavoro e poi licenziato dalla Cgil per motivi disciplinari. Vediamo la storia della truffa del patronato sulle pensioni.

In pensione senza averne diritto scoperta truffa patronato

I carabinieri della sezione di polizia giudiziaria del Tribunale di Cagliari in collaborazione con i militari del Nucleo ispettorato del lavoro hanno perquisito i patronati Inca di Guspini, San Gavino e Villacidro nell’ambito dell’inchiesta avviata dalla Procura del capoluogo sardo su un giro di pensioni percepite illegalmente.

E’ stata così scoperta una truffa dei patronati ai danni di persone andate in pensione ma senza, in realtà, averne il diritto ed è stato iscritto nel registro degli indagati l'ex funzionario responsabile degli uffici di Guspini, San Gavino, Villacidro, Serramanna e Sanluri, Antonello Deidda, sospeso dal lavoro a gennaio e infine licenziato dalla Cgil.

A seguito dell'indagine risulterebbe che ben 32 persone hanno percepito la pensione irregolarmente. Per la maggior parte di tratta di artigiani. Le indagini sono state avviate a gennaio dopo un esposto presentato dalla Cgil che, come riportano le ultime notizie, è parte lesa nella storia.

In pensione senza averne diritto truffa patronato la storia

Come raccontato da Antonello Congiu, segretario della Camera del lavoro Sardegna sud occidentale, la storia della scoperta di persone in pensione senza alcun diritto di esserlo è iniziata a dicembre dello scorso anno quando diversi iscritti si sono lamentati a causa di una sospensione dell’erogazione della loro pensione da parte dell’Inps.

La sospensione è risultata piuttosto strana tanto che gli ispettori della stessa Camera del Lavoro si sono messi subito a lavoro per acquisire le pratiche di pensione delle persone che avevano presentato lamentele presso gli uffici dei patronati Inca di San Gavino, Guspini e Villacidro.

Nell’analisi delle pratiche sono state riscontrate anomalie subito segnalate dalla Cgil in un esposto in Procura e a gennaio è stato sospeso dal lavoro l'allora responsabile dei patronati.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Puoi Approfondire
Ultime Notizie