INPS chiede interventi urgenti su novitÓ per le pensioni per sanare ingiustizie

di Marianna Quatraro pubblicato il
INPS chiede interventi urgenti su novitÓ

NovitÓ pensioni, anche INPS chiede miglioramenti

Anche l'INPS chiede un intervento urgente sulle novitÓ per le pensioni anticipate e lo fa attraverso un dirigente molto importante.

Persino l'INPS, e non un semplice dirigente INPS qualunque come vedremo, ha spiegato che le novità per le pensioni sono fondamentali da apportare in maniera rapida, anche dove possibile nella Legge di Bilancio 2019-2020 attuale, per sanare una serie di ingiustizie e venire incontro alle esigenze di chi trova si trova più in difficoltà o che ha, per i lavori svolti o il numero contributi, più diritto ad una pensione anticipata.

Le dichiarazioni di Guglielmo Loy, Presidente del Comitato Vigilanza e Indirizzo Inps in favore delle novità per le pensioni

Loy, dunque, non è un dirigente, qualsiasi, ma è il responsabile del Comitato di Vigilanza e indirizzo dell'INPS, ovvero quell'organo importantissimo che deve controllare i conti dell'Ente di Previdenza Nazionale e dare indicazioni e consigli in merito alle gestione, ma anche su diversi leggi e interventi necessari per le pensioni e il welfare.

Loy, precisa subito, nelle ultime notizie e ultimissime, che quota 100 deve rimanere fino alla naturale scadenza e che non si può cambiare una legge ogni anno, mettendo in difficoltà e nell'incertezza migliaia di persone.

Ma come tanti altri, Loy precisa anche, che quota 100 deve essere migliorata e deve essere fatto da subito, per sanare e correggere le ingiustizie di quota 100 che vi sono tuttora.

E che non si può aspettare fino al 2021, tanti cittadini italiani non possono aspettare per ben due anni, e che alcuni interventi migliorativi per quota 100 devono essere fatti subito.

La sua idea, comunque, è di mantenere sia quota 100 che opzione donna proroga, ma anche l'Ape Social, ma con una rivisitazione in senso positivo

I miglioramenti necessari per le novità per le pensioni da fare prima possibile

Quota 100, conintua Loy, ha creato ulteriori differenze e privilegi, non potendo essere utilizzata dalla maggior parte delle persone...anzi da una piccola minoranza come risulta dai dati.

I primi ad averne fatto le spese sono le donne, che sono uscite grazie quota 100 in un numero assai basso. Ora va bene tenere opzione donna per il 2021, ma quota 100 deve essere allargata con bonus per le donne che possano essere eventualmente utilizzate anche per le pensioni per i precoci e usuranti.

E proprio su precoci e usuranti, Loy sottolinea l'altra necessità di intervento con un miglioramento di quota 100 o altri sistemi, ad esempio bonus anche in questo caso contributivi, per far scendere il numerodi contributi richiesti per andare in pensione prima. 

Non tutti, spiega, possono lavorare fino a 67 anni o 63-64 anni dopo anni e anni di lavoro usurante o quando si è iniziato a lavorare minorenni.

Senza dimenticare, anche forme di aiuto per i lavoratori disoccupati, che a 60 anni chiaramente non riescono a trovare più un posto di lavoro.

Tutte queste persone hanno bisogno di interventi, più veloci possibili, perchè molti rischiano di aspettare anche fino ai 67 anni. 

Dunque, per Loy e il Comitato assai importante che presiede nell'INPS, il tema delle pensioni anticipate è aperto, anzi deve essere aperto seriamente quanto prima, e deve essere tra le priorità.
 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: