Opzione donna 2019, legge ufficiale oggi martedì una delle ultime due fasi. Voto Senato quando e Gazzetta Ufficiale

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Opzione donna 2019, legge ufficiale oggi

opzione donna voto senato ufficiale conversione legge

Opzione donna prorogata in decreto pensioni 2019 pronta alla conversione in legge ufficiale: il testo pronto al voto finale in Senato

Il decreto pensioni 2019 con proroga dell’opzione donna si avvia al voto finale in Senato per la conversione ufficiale in legge: oggi martedì il testo inizia il suo iter in Aula a Palazzo Madama. Quando è attesa la conversione legge ufficiale del decreto pensioni? A che punto sono le domande di pensionamento già presentate con opzione donna?

Opzione donna proroga: tempi voto finale Senato

Il decreto pensioni con proroga di opzione donna 2019 arriva oggi martedì 26 marzo in Senato per la prima delle ultime due fasi di approvazione finale e la seduta sarebbe in programma per le 12:30. Il voto potrebbe arrivare oggi stesso anche se, stando alle ultime notizie, è molto più probabile che arrivi domani. In Aula a Palazzo Madama non sarà presentato alcun emendamento e si attende il voto di fiducia.

Una volta ottenuto il voto finale in Senato, il testo, entro due o tre giorni al massimo, sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale e dopo quest'ultima fase diventerà definitivo. Tutto, dunque, sembra esser stato fatto nelle tempistiche previste, considerando i 60 giorni di tempo per la conversione del decreto in legge che ha iniziato il suo iter in Parlamento a fine gennaio, per cui la conclusione entro fine marzo rientra perfettamente nei tempi stabiliti. Nessun ritardo, dunque, e questo rispetto dei tempi porterà anche alla conseguente approvazione delle prime domande di pensione presentate con opzione donna dal primo aprile, come stabilito.

Opzione donna 2019: tempi domande Inps

Per l’approvazione finale delle domande di pensionamento, sono quattro i passaggi da considerare: accoglimento della domanda, elaborazione della domanda con verifica dei requisiti, approvazione della domanda e liquidazione della pensione, i cui tempi, però, non possono essere certamente comunicati perché potrebbero arrivare in poche settimana ma anche in due o tre mesi.

L’Inps ha però comunicato che, nell’attesa della conversione ufficiale del decreto pensioni 2019 con nuova proroga dell’opzione donna, sta andando avanti con il suo lavoro di elaborazione delle domande presentate e controllo dei requisiti in modo tale da dare il via ufficiale all’approvazione delle stesse domande proprio a partire dal primo aprile, come stabilito, permettendo pertanto alle donne lavoratrici dipendenti e autonome di andare in pensione, rispettivamente, a 58 e 59 anni con 35 anni di contributi ma maturati entro il 31 dicembre 2018.