Opzione donna oggi venerdì maxiemendamento in Parlamento, novità date e passaggi 15 Febbraio

di Marianna Quatraro pubblicato il

Continua l’iter di conversione del decreto pensioni in legge: tutto procede secondo i tempi previsti e per marzo tutto dovrebbe concludersi

Opzione donna oggi venerdì maxiemendamen

Opzione donna oggi date legge ufficiale Parlamento

Novità Opzione donna proroga oggi venerdì 15 Febbraio e ultime notizie, ultimissime dell'ultima ora dal Parlmento per emendamenti: Ad oggi venerdì 15 Febbraio, arriva tra le ultime notizie e ultimissime per opzione donna proroga, la possibilità che vi sia un maxiemendamento in Parlamento, visto che da due giorni la Commissione Lavoro non è stata convocata e non ha preso in considerazione ancora nessuno degli emendamenti, i 1570 emadamenti fatti da maggioranza e opposizione.

E' probabile che, come accade solitamente, anche per le novità del decreto pensioni si stiano cercando accordi esterni alla Commissione, quasi esclusivamente tra Lega-M5S, ovvero la maggioranza per poi presentare un maxiemendamento che contenga tutti gli emendamenti che si vogliono far votare e passare. In questo momento non c'è opzione donna come già scritto, ma ci sono delle possibilità di emendamenti per le donne che riconoscono o un massimo di tre anni per i figli avuti o una diminuzuone dell'età pensionabile per ogni figlio avuto di 4 mesi che si potrebbero utilizzare per quota 100, ma anche per pensioni anticipate e altre forme di pensioni da stabilere (no opzione donna)

Sotto abbiamo visto tutto l'iter Parlmanetare e INPS che manca per l'approvazione definita di Opzione Donna e le novità del decreto pensioni.
 

Continua l’iter del decreto pensioni in Parlamento fino all’approvazione del voto ufficiale alla sua conversione in legge. Sono stati oltre 1.500 gli emendamenti presentati al decreto pensioni, nulla di ufficiale in tal senso per quanto riguarda l’opzione donna per cui sarebbe stato presentato, invece, solo un ordine del giorno che impegna il governo alla valutazione della eventualità di prorogare la misura sperimentale di uscita prima per le donne lavoratrici anche alle nate nel 1961. Quali sono i prossimi passaggi verso il voto per la legge ufficiale di opzione donna?

Opzione donna proroga: iter novità

Oggi giovedì 14 febbraio e fino alla fine della settimana, come confermano le ultime notizie, continueranno in Commissione Lavoro, presieduta da Nunzia Catalfo, le discussioni sui diversi emendamenti presentati per capire quelli ammissibili o meno. Entro al massimo martedì 19 febbraio, il testo con le novità pensioni dovrebbe essere approvato in Aula e, stando alle ultime notizie, la procedura di voto dovrebbe essere piuttosto veloce. Se, invece, così non saranno e le discussioni andranno avanti fino al fine settimana, il voto slitterebbe all’inizio della prossima settimana, tra lunedì 25 e martedì 26 febbraio.

Il testo passerà poi alla Camera e, secondo le ultime notizie, dovrebbe arrivare anche piuttosto velocemente al voto finale in Parlamento, presumibilmente la prima settimana di marzo o comunque non oltre la seconda settimana del mese prossimo. L’intento, stando a quanto fissati, è che tutti i passaggi verso la conversione del decreto in legge si concludano entro il 15 marzo anche se, se l’iter continua così velocemente, è possibile che si concluda anche prima tutto l’iter. In ogni caso, anche se dovessero esserci ritardi o slittamenti, non si porrebbe alcun problema considerando che alla luce dei 60 previsti per legge di discussione in Parlamento, essendo iniziato l’iter del decreto il 30 gennaio, ci sarebbe tempo ancora fino al prossimo 30 marzo.

Iter opzione donna novità: lavori Inps e Parlamento

Se, dunque, i passaggi e i tempi di conversione del decreto pensioni in legge ufficiale dovessero rispettare i tempi appena riportati e se l’Inps lavorasse parallelamente al Parlamento nella definizione delle restanti circolari attuative e per la definizione del software ufficiale di calcolo della pensione finale con opzione donna ma anche quota 100 e pensione anticipata, le novità pensioni sarebbero immediatamente ufficiali con le pensioni che potrebbe essere accolte dal primo aprile senza alcun ritardo.