Opzione donna oggi venerdì novità data voto in Senato decisa e quando diventa legge ufficiale

di Marianna Quatraro pubblicato il
Opzione donna oggi venerdì novità data v

opzione donna novita voto senato passaggio camera

Decreto pensioni legge ufficiale: quando ci sarà il voto finale e le aspettative per novità pensioni e opzione donna 2019

Il decreto pensioni si avvia a diventare legge: le ultime notizie confermano il suo passaggio in Aula a Palazzo Madama lunedì 25 febbraio come deciso dalla conferenza dei capigruppo del Senato. Dopo di che, il testo passerà alla Camera per il voto definitivo che ne sancirà la conversione in legge. Quali sono i tempi dei prossimi passaggi e cosa ci si aspetta per modifiche per opzione donna?

Opzione donna: voto in Senato del testo

Stando a quanto riportano le ultime notizie ad oggi venerdì, il voto in Senato sul decreto pensioni si terrà  lunedì prossimo poi il testo passerà alla Camera il cui passaggio, contrariamente a quanto si pensava qualche giorno fa, potrebbe non essere poi così veloce perché il voto in Senato non prevedrà alcun emendamento e tutti i nodi da sciogliere saranno appunto rimandati alla Camera. E così quando invece si pensava che il testo alla Camera sarebbe arrivato senza alcun emendamento da discutere, proprio in questa sede le discussioni potrebbero andare avanti a lungo, tra nodi da sciogliere relativi soprattutto alle risorse economiche necessarie per l’attuazione di alcune proposte di modifica presentate, e misure da approvare.

Con particolare riferimento all’opzione donna 2019, non dovrebbe essere in programma alcuna particolare discussione considerando che il M5S, diversamente da quanto annunciato, non ha presentato un emendamento ma esclusivamente un ODG con cui impegna il governo a valutare la possibilità di estendere l’opzione donna anche alle nate nel 1961, a patto che siano chiaramente disponibili i soldi.

Considerando la mancanza di risorse economiche per tutto, però, ad oggi giovedì potremmo dire che difficilmente si riprenderà la discussione su questo ordine del giorno. Dopo il voto in Senato, mercoledì prossimo, il testo passerà alla Camera.

Opzione donna: prossimi passaggi testo e voto finale

Una volta approdato alla Camera, sul testo si discuterà degli emendamenti al momento lasciati in sospeso in Senato e una volta arrivato il voto alla Camera il decreto pensioni diventerà ufficialmente legge. Le intenzioni del governo sono quelle di chiudere tutto entro al massimo la seconda settimana di marzo, verso il 15 e l’auspicio è che le discussioni alla Camera non si portino avanti a lungo, arrivando a immediati accordi e intese su misure e soldi da trovare. Concludendo tutte le operazioni entro il 15 marzo, senza problemi, caos e ritardi si accoglierebbero le prime pensioni dal primo aprile come stabilito.

Questa data, stando alle ultime notizie, verrebbe comunque rispettata anche nel caso la partita sul decreto pensioni si chiudesse dopo il 15 marzo, ma in tal caso la situazione potrebbe rivelarsi più caotica nonostante la dirigente dell'Inps, Gabriella Di Michele, abbia già rassicurato sul fatto che tutto sta andando per il meglio e non ci sarà alcun problema.