Pensione anticipata 2019 in decreto blocco 42 anni e 10 mesi. Quando si può fare domanda INPS

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensione anticipata 2019 in decreto bloc

Pensione anticipata blocco Quando fare domanda INPS

Dal prossimo mese di marzo presumibilmente si potrà iniziare a presentare domanda di pensione anticipata con nuovo blocco delle aspettative di vita

Il blocco delle aspettative di vita per andare in pensione anticipata conferma il conseguente blocco dei requisiti contributivi per la pensione anticipata a 42 anni e dieci mesi per gli uomini e a 41 anni e dieci mesi per le donne. Ciò che ci si chiede è quando si possono iniziare a presentare le domande di pensionamento all'Inps per andare in pensione anticipata con i vecchi requisiti.

Pensione anticipata 2019: quando fare domanda all’Inps

Per andare in pensione anticipata 2019 con i requisiti bloccati a 42 anni e dieci mesi (41 e dieci mesi per le donne) la domanda all’Inps si potrà presentare presumibilmente, stando alle ultime notizie, dal prossimo mese di marzo. Fino ad allora il decreto dovrebbe essere ufficialmente convertito in legge, considerando che l’iter parlamentare che si appresta a iniziare dovrebbe durare al massimo 60 giorni, altrimenti il decreto rischia di decadere, cosa mai successa. Al termine di questo periodo, si devono poi attendere le circolari attuative da parte dell’Inps e una volta rese note queste ultime si potrà partire col presentare all’Istituto di previdenza le domande ufficiali di uscita. Gli stessi tempi sono previsti per la quota 100 come per l’opzione donna prorogata.
 
Tuttavia, non si tratta di un tempo certo quello indicato per marzo. E’ il tempo, il linea di massimo, entro il quale l’iter del decreto dovrebbe concludersi definitivamente. Se, però, in Parlamento vengono presentati pochi emendamenti di modifica alle misure già inserite nel decreto, o anche nulli, probabilmente i tempi saranno più veloci, il decreto passerà prima di 60 giorni dal Parlamento e, di conseguenza, anche le circolari attuative dall’Inps arriveranno prima, permettendo a chi lo volesse di presentare domanda di pensione anticipata 2019 anche prima di marzo.

Per presentare domanda di pensionamento, l'Inps ha messo a disposizione sul proprio sito, nella sezione dei servizi al cittadino, una nuova funzionalità per presentare la ‘Domanda di pensione’ che permette di compilare, inviare e seguire l’iter della propria domanda di pensione direttamente online. Per accedere ai servizi telematici disponibili nell’Area Riservata del sito Inps è necessario avere il Pin. Nel caso in cui se ne fosse sprovvisti, basta semplicemente contattare l’Inps per averlo.

Pensione blocco 42 anni e dieci mesi: cosa cambia

Stando a quanto stabilito, il blocco delle aspettative di vita, essendo scattate a gennaio come previsto dalla legge Fornero e che hanno interessato anche i requisiti della pensione di vecchiaia per cui per andare in pensione quest’anno non bastano più 66 anni e sette mesi ma bisogna raggiungere i 67 anni, sarà retroattivo e non sarà effettivamente il blocco dei cinque mesi scattati. O meglio, i requisiti per la pensione anticipata per effetto dell’adeguamento alle aspettative di vita sono aumentati di cinque mesi a partire dal primo gennaio 2019 ma il confermato blocco delle aspettative di vita non cancella completamente i cinque mesi di aumento a causa della finestra trimestrale prevista per l’uscita effettiva. Ciò significa che, stando a quanto stabilito dal decreto, i requisiti non aumentano di cinque mesi ma per effetto della finestra trimestrale il blocco reale è solo di due mesi perché dai cinque previsti bisogna sottrarre i tre di finestra.
 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: