Pensione anticipata 2019 uomini e donne in decreto pensioni. Quando domanda INPS

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensione anticipata 2019 uomini e donne

Pensione anticipata 2019 tempi domanda INPS decreto

Come cambiano le aspettative di vita per la pensione anticipata 2019 ovvero 42 anni 1 0 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne e quando si può presentare domanda all’Inps: tempi annunciati

La riforma pensioni Fornero, come da legge stabilito, prevede lo scatto dei requisiti per l’uscita di qualche mese ogni due anni per effetto dell'adeguamento dell'atà pensionabile alle aspettative di vita Istat: dal primo gennaio 2019, infatti, è salito il requisito anagrafico per andare in pensione di vecchiaia passando da 66 anni e sette mesi a 67 anni fermo restando il requisito contributivo di 20 anni. Aumentati di cinque mesi anche i requisiti contributivi per la pensione anticipata. Ma in merito a quest’ultimo rialzo, il nuovo decreto pensioni ne ha stabilito il blocco e in maniera retroattiva, sostanzialmente azzerando l’aumento verificatosi all’inizio dell’anno. Vediamo di cosa si tratta.

Pensione anticipata 2019: blocco delle aspettative di vita

Il decreto pensioni ufficiale appena approvato prevede, tra le altre novità insieme a quota 100 e proroga di opzione donna e ape social, anche il blocco della aspettative di vita relative ai requisiti per andare in pensione anticipata. Ciò significa che anche quest’anno, chi scegli di andare in pensione anticipata deve maturare 42 anni e dieci mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e dieci mesi di contributi per le donne. Sottolineiamo che il blocco delle aspettative di vita riguarda solo i requisiti di pensione anticipata e i requisiti previsti per l’uscita dei lavoratori precoci e che per le pensioni di vecchiaia lo scatto del primo gennaio 2019 resta confermato.

Decreto ufficiale pensioni: domanda pensione anticipata

Per andare in pensione anticipata 2019, presumibilmente, le domande si potranno iniziare a presentare all’Inps dal prossimo mese di marzo quando, stando ai tempi annunciati, il decreto dovrebbe diventare ufficialmente legge, concluso l’iter parlamentare e arrivate le successive circolari Inps attuative. Si tratta di un tempo, come detto, presumibile, considerando che il decreto pensioni essendo un decreto legge, entro 5 giorni dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale, per poi essere confermato dal Parlamento entro 60 giorni ( e se ciò non accadesse il provvedimento potrebbe decada, cosa in realtà mai accaduta) e poi bisogna attendere le circolari attuative da parte dell’Inps. Secondo questi calcoli si arriverebbe a marzo.

Tuttavia, se in Parlamento non dovessero essere proposte modifiche o emendamenti alle misure approvate, è possibile che i tempi dell’iter parlamentare si accorcino e che, di conseguenza, le circolari attuative da parte dell’Inps possano arrivare prima, avviando prima anche i tempi di presentazione delle domande di pensione anticipata 2019 con aspettative di vita bloccate. E’ bene ricordare che anche per la pensione anticipata con il blocco delle aspettative di vita, per l’uscita effettiva bisognerà considerare la finestra trimestrale mobile.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Puoi Approfondire