Pensione anticipata 42 anni e 10 mesi contributi si può fare domanda all'INPS. Circolare INPS quando e come richiesta

di Marianna Quatraro pubblicato il
Pensione anticipata 42 anni e 10 mesi co

Pensione anticipata domanda INPS Circolare come

Come presentare domanda ufficiale all’Inps per pensione anticipata con blocco aspettative di vita: pima circolare ufficiale dall’Inps e primi chiarimenti

Il maxi decreto pensioni con le novità di quota 100, proroga opzione donna e ape social 2019, blocco delle aspettative di vita per andare in pensione anticipata, è stato finalmente pubblicato in Gazzetta Ufficiale e si avvia all’iter parlamentare al termine del quale sarà ufficialmente convertito in legge. Nel frattempo, a sorpresa, è arrivata la prima circolare Inps con primi chiarimenti sulle modalità di presentazione delle domande per la pensione con quota 100, opzione donna prorogata e pensione anticipata con blocco delle aspettative di vita. Vediamo cosa prevede.

Pensione anticipata blocco aspettative di vita: prima circolare Inps

In anticipo rispetto ai tempi previsti, l’Inps ha reso nota ha la prima circolare attuativa che permette di presentare già le domande per andare in pensione con le ultime novità per le pensioni contenute nel maxi decreto, compresa quella per la pensione anticipata con vecchi requisiti, vale a dire 41 anni e dieci mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e dieci mesi di contributi per le donne. Le ultime notizie confermano, infatti, come sia già possibile presentare domande di pensione anticipata con blocco delle aspettative di vita che, comunque, dal primo gennaio 2019 sono scattate, portando ad un aumento dei requisiti della pensione anticipata di cinque mesi che, però, come previsto dal decreto saranno nuovamente cancellati. Chi ha già provato a presentare domanda di pensione anticipata sul sito ha riferito di non aver riscontrato alcun problema.

Chi, invece, si è rivolto già a Caf, patronati e uffici territoriali Inps qualche difficoltà l’avrebbe incontrata perchè avendo ricevuto solo ieri la circolare attuativa dall’Inps, gli enti non hanno ancora predisposto la possibilità di invio domanda di pensionamento. L’Inps, tuttavia, stando alle ultime notizie, avrebbe chiarito che entro il 10 febbraio tutti gli enti preposti alla presentazione delle domande di pensionamento saranno organizzati e operativi.

Pensione anticipata con 42 anni e dieci mesi di contributi: come presentare domanda

La prima circolare Inps spiega soprattutto le modalità di presentazione delle domande per pensione anticipata con 42 anni e dieci mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e dieci mesi di contributi per le donne, specificando che la domanda, come sempre del resto avvenuto, si può presentare direttamente online accedendo al sito Inps tramite il proprio Pin, quindi entrando nell’area servizi, scegliendo ‘Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, APE Sociale e Beneficio precoci’, cliccando su ‘Nuova domanda’ nel menù di sinistra e selezionando la pensione anticipata-Pensione di anzianità/vecchiaia > Pensione di anzianità/anticipata > Ordinaria.

E’, in alternativa, possibile presentare domanda di pensione anticipata con blocco delle aspettative di vita anche rivolgendosi a uffici Inps, Caf e in tal caso diversi enti avrebbero già fissato appuntamenti per l’invio delle domande a metà febbraio, per cui chi avesse intenzione di andare in pensione anticipata con i vecchi requisiti è bene che si muova sin da ora per prendere appuntamenti per invio domanda in modo da evitare code e ingorghi.

Inps pensione anticipata: ulteriori chiarimenti

Nonostante la prima circolare attuativa sia già stata resa nota dall’Inps, lo stesso Istituto sottolinea come se ne attendano altre relative a ulteriori regole per andare in pensione con le ultime novità approvate, da quelle per il calcolo degli importi finali, a quelle relative ai calcoli relativi ai contributi e non solo. Al momento, infatti, non sono disponibili possibilità di calcolo delle pensioni finali e le ultime notizie confermano come uffici territoriali e Inps sito dovrebbero avere un nuovo simulatore ufficiale entro il 20 febbraio. Una volta, dunque, presentata domanda di pensionamento, è bene seguire l’iter parlamentare fino alla fine e alla conversione in legge del decreto, perché solo allora si potrà andare effettivamente in pensione, per capire se ci saranno o meno ulteriori novità. E quindi attendere le altre circolari attuative dell’Inps.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: