Pensioni 2019, aspettative di vita. Per chi e quanto aumenta età per andare in pensione

Aumentano i requisiti della pensione di vecchiaia e nulla cambia invece per pensione anticipata nonostante regole di adeguamento alle aspettative di vita: le novità

Pensioni 2019, aspettative di vita. Per

Pensioni 2019 aspettative vita come aumentano mesi

Cambiano dal prossimo anno 2019 i requisiti per andare in pensione per effetto dell’adeguamento dell’età all’aspettativa di vita Istat, esattamente come previsto dalla riforma pensioni Fornero. Tuttavia, stando a quanto riportano le ultime notizie, scatterà l’adeguamento all’aspettativa di vita per i requisiti della pensione di vecchiaia ma non per quelli della pensione anticipata. Vediamo, dunque, cosa cambierà con il sistema delle aspettative di vita 2019. 

Pensioni 2019 aspettativa di vita: le novità per pensione di vecchiaia

Dal primo gennaio 2019, per effetto dell’adeguamento dell’età pensionabile all’aspettativa di vita Istat, cambieranno, aumentando, i requisiti per andare in pensione di vecchiaia. Non basterà più, infatti, raggiungere i 66 anni e sette mesi e 20 anni di contributi ma aumentano i mesi e per uscire serviranno 67 anni. Il prossimo scatto dell'età anagrafica per andare in pensione, a meno di cambiamenti definitivi dell'attuale riforma Fornero, scatterà poi dal 2021, quando aumenteranno ancora i mesi per il raggiungimento del momento della pensione finale. Non cambia, invece, il requisito contributivo per la pensione di vecchiaia che resta fermo 20 anni.  

Pensioni 2019 aspettativa di vita: le novità per pensione anticipata

A non cambiare, invece, saranno i requisiti per la pensione anticipata. Inizialmente, stando a quanto previsto dalla logica della riforma pensioni firmata Fornero, dal primo gennaio 2019 sarebbero dovuti aumentare anche i requisiti contributivi per il raggiungimento della pensione anticipata. E l’aumento previsto era di un anno, sia per gli uomini che per le donne. Stando, invece, alle ultime e ultimissime notizie relative alla Legge di bilancio 2019, per quanto riguarda la pensione anticipata dal prossimo anno nulla cambierà.

La notizia era stata anticipata qualche giorno fa dal sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, e poi è stata confermata dalla prima bozza ufficiale della nuova Manovra. Ciò significa che anche il prossimo anno, per andare in pensione anticipata, i requisiti, senza adeguamento dalle aspettative di vita, resteranno fermi a 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 e 10 mesi di contributi per le donne, indipendentemente dall’età anagrafica. Non ci sarà, dunque, l’adeguamento di cinque mesi dell'aspettativa di vita previsto ma bisognerà considerare la finestra di tre mesi da aggiungere agli appena riportati requisiti, finestra che, comunque, sposta in avanti il tempo del pensionamento effettivo. 
In entrambi i casi visti, sia per le pensioni di vecchiaia che per le pensioni anticipate, vi è anche le novità delle finestre per le pensioni per uscire che si differenziano tra dipendenti privati e statali, compresi gli insegnanti e il personale della scuola

Ricordiamo, infine, anche il nostro articolo dove ogni giorno vi sono tutte le novità per le pensioni accadute, le ultime notizie e ultimissime per le pensioni ogni giorno sia per le novità per pensioni quota 100, quota 41 ma anche opzione proroga donna 2019 e tutti gli aspetti in generale delle modifiche della Riforma Fornero.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: