Pensioni anticipate 2019 oggi mercoledì novità quattro passaggi domande INPS e nessun blocco decreto. Voto ufficiale Camera

I quattro passaggi per l’approvazione della domanda di pensioni anticipate e atteso voto finale alla Camera: iter in corso

Pensioni anticipate 2019 oggi mercoledì

Pensioni anticipate 2019 mercoledi quattro passaggi voto

Prosegue ad oggi mercoledì il lavoro di elaborazione delle prime domande presentate di pensioni anticipate 2019 e non vi sarebbe al momento alcun problema. Per l’approvazione finale delle domande di pensione presentate con quota 100, opzione donna prorogata, pensione anticipata con blocco delle aspettative di vita e requisiti fermi a 42 anni e dieci mesi per gli uomini e a 41 anni e dieci mesi per le donne, bisogna però attendere che il decreto pensioni al momento alla Camera venga convertito definitivamente in legge e pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Pensioni anticipate 2019: quattro passaggi per approvazione domanda

Le domande per le pensioni anticipate 2019 stando a quanto annunciato dall’Inps saranno approvate dal primo aprile quando cioè sarà legge il decreto pensioni. Ma qualche giorno fa l’Inps stesso ha già reso noto che le prime domande di pensione presentate con le ultime novità di pensioni anticipate, da quota 100 a opzione donna, non solo sono state già accolte e in fase di elaborazione, cioè di verifica dei requisiti, ma alcune domande sono state già anche approvate, in via provvisoria, nell’attesa appunto che il decreto venga ufficialmente convertito in legge.

I passaggi previsti per l’approvazione definitiva della domanda di pensione con le ultime novità sono quattro: accoglimento della domanda, elaborazione della domanda con relativa verifica dei requisiti, approvazione finale e liquidazione della pensione, passaggio finale per cui però non possono essere date certezze sui tempi e, infatti, i soldi potrebbero arrivare in una o due settimane o anche in qualche mese, due o tre.

Pensioni anticipate 2019: voto ufficiale alla Camera

Il voto ufficiale alla Camera sul decreto pensioni 2019 è stato confermato per domani, giovedì 21 marzo, ma, stando alle ultime e ultimissime notizie, potrebbe arrivare anche oggi in tarda serata. Non vi è, dunque, nessun blocco del decreto come si era temuto ieri quando un emendamento al reddito di cittadinanza è tornato per qualche ora in Commissione Finanza ma la soluzione di dubbi dovuti a coperture necessarie è arrivata in poco tempo, per cui l’iter del decreto pensioni continuerà esattamente come programmato.

Dopo il voto alla Camera di domani, o oggi, il testo del decreto pensioni passa al Senato per il voto finale. In Aula a Palazzo Madama, stando alle ultime notizie, dovrebbe essere posta la fiducia al provvedimento e non ci sarà alcun nuovo emendamento. Una volta ottenuto il voto in Senato, il decreto pensioni sarà ufficialmente convertito in legge e nel giro di qualche giorno, tre al massimo, sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Dal primo aprile, le prime domande di pensione con le ultime novità di pensioni anticipate 2019 saranno approvate ufficialmente.  

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: