Pensioni anticipate oggi giovedý novitÓ due passaggi finali per conversione decreto in legge ufficiale e iter domande INPS

Voto in Senato e pubblicazione in Gazzetta Ufficiale gli ultimi due passaggi per conversione del decreto pensioni in legge: tempi domande

Pensioni anticipate oggi giovedý novitÓ

Pensioni anticipate due passaggi finali conversione domande

A quasi due mesi dall’avvio delle discussioni sulle misure del decreto pensioni 2019, ad oggi giovedì mancano solo due passaggi finali per la conversione del decreto pensioni in legge ufficiale e perché le novità di pensioni anticipate 2019 diventino definitive. Vediamo quali sono i passaggi mancanti e l’iter per l’approvazione delle domande per uscire con le pensioni anticipate 2019.

Pensioni anticipate 2019: due passaggi finali per conversione decreto

Ieri il decreto pensioni ha avuto la fiducia alla Camera e oggi giovedì è in programma un secondo voto in Aula a Montecitorio. Dopo di chè il testo tornerà di nuovo in Senato dove dovrebbe essere votato tra lunedì 25 e mercoledì 29 marzo.

Il provvedimento in Aula a Palazzo Madama riceverà la fiducia e non è prevista la presentazione di alcun nuovo emendamento, anche perché non vi sarebbe alcun tempo per discuterlo eventualmente. Dopo qualche giorno dal voto in Senato, il testo sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale e sarà definitivamente convertito in legge ufficiale. Ultimo voto in Senato e pubblicazione in Gazzetta Ufficiale sono, dunque, i due passaggi finali per la conversione del dereto pensioni 2019 in legge ufficiale.

Pensioni anticipate 2019: iter domande Inps

Solo quando il decreto pensioni sarà ufficialmente convertito in legge le novità pensioni anticipate 2019, a quota 100 per andare in pensione a 62 anni di età con 38 anni di contributi, a proroga opzione donna 2019 per andare in pensione prima, a 58 e 59 anni di età rispettivamente per lavoratrici dipendenti e autonome, con 35 anni di contributi maturati entro il 31 dicembre 2018, a pensione anticipata con blocco delle aspettative di vita e requisiti fermi a 42 anni e dieci mesi di contributi per gli uomini e a 41 anni e dieci mesi di contributi per le donne saranno ufficiali e saranno approvate le rispettive domande di pensionamento.

Sono quattro i passaggi previsti per l’approvazione delle domande Inps di pensioni anticipate 2019 e prevedono: primo passaggi di accoglimento delle domande, elaborazione delle domande con verifiche dei requisiti dichiarati, approvazione della domanda e liquidazione della pensione. Con particolare riferimento alla liquidazione delle pensioni, non è possibile dare tempi certi in merito, perché, stando a quanto riportano le ultime notizie, i soldi potrebbero arrivare in breve tempo, in una o due settimane per esempio, o anche in qualche mese, uno, due, tre. Molto dipende dai tempi di elaborazione delle domande da parte dell’Inps.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: