Pensioni novità i due paradossi su Ape Volontaria, Quota 41, Ape Social, Pensioni anticipate, Aspettative di vita

Due nuovi paradossi per novità per le pensioni in itinere e successive: ultime notizie, situazione attuale e cosa aspettarsi

Pensioni novità i due paradossi su Ape V

pensioni ultime notizie ape due paradossi


Ulteriori cambiamenti dovrebbero prevedere altre novità per quanto riguarda l’ape volontaria e l’ape social già approvate dallo scorso esecutivo ma ancora in attesa di entrare ufficialmente in vigore per mancanza di tutti i decreti attuativi contenti le regole di funzionamento di queste stesse novità per le pensioni.

Mentre anche quest’anno sta per volgere al termine e ad oggi non si è riusciti a concludere nulla di concreto e positivo per quanto riguarda profonde novità per le pensioni, nell’attesa, ancora, del decreto attuativo relativo all’ape volontaria che, finalmente, dovrebbe essere presentato questo mese di settembre  e nell’attesa di capire quali effettive novità per le pensioni rientreranno nella prossima manovra finanziaria, anche se le ultime notizie parlano di novità per le pensioni comunque minime e non profonde come richiesto e come si vorrebbe, sono due i paradossi che emergono dalle ultime notizie. Come confermano le ultime notizie, infatti:
si parla delle prossime riunioni su ulteriori novità per le pensioni da definire, e non solo, e non dell'attualità, con un esecutivo che, tra l’altro, non dovrebbe durare, vista la prospettive di nuove elezioni;
si deve sperare in Renzi per il raggiungimento di concrete novità per le pensioni, nonostante sia stato sempre mal visto dalle forze sociali.

Prossime riunioni di discussioni e novità per le pensioni attuali ancora incerte

Le ultime notizie confermano, come annunciato dal ministro del Lavoro Poletti, nuove riunioni nei prossimi giorni per discutere di novità per le pensioni. Ulteriori cambiamenti su cui regna al momento grande incertezza, come riportano le ultime notizie, e che dovrebbero andare oltre le attuali novità di ape volontaria e ape social già approvate dallo scorso esecutivo ma ancora in attesa di entrare ufficialmente in vigore per mancanza di tutti i decreti attuativi contenti le regole di funzionamento di queste stesse novità per le pensioni.

E mentre ancora si attende il decreto attuativo per l’ape volontaria, che secondo le ultime notizie arriverà verso la fine di questo mese di settembre, e che finalmente dovrebbe definire entità dei tassi di interesse e condizioni delle polizze assicurative, elementi che saranno fondamentali per capire quanto effettivamente converrà andare in pensione prima con l’ape volontaria, già si prospettano nuove riunioni per ulteriori novità per le pensioni. E si tratta di un grande paradosso, perché sarebbe preferibile chiudere innanzitutto il capitolo relativo alle novità per le pensioni ancora in sospeso per poi dedicarsi a ulteriori novità per le pensioni, magari ripartendo dalle importanti richieste di:

  1. novità per le pensioni con revisione del meccanismo delle aspettative di vita;
  2. novità per le pensioni di quota 100;
  3. novità per le pensioni di quota 41 per tutti e senza alcuna penalità.

Rilancio di Renzi per sperare in concrete e importanti novità per le pensioni

Altro grande paradosso emerso dalle ultime notizie è quello riferito alle ultime notizie sulla forte divisione che tende, tra l’altro, ad accentuarsi sempre più in quest’ultimo periodo, tra maggioranza ed esecutivo, con quest’ultimo che, come confermano le ultime notizie, non sarebbe particolarmente disposto all’attuazione nel breve termine di importanti e concrete novità per le pensioni, posizione che sembra essere emersa chiaramente dalle dichiarazioni dei ministri di Economia e Lavoro che come provvedimenti prioritari da attuare hanno parlato di nuovo piano di taglio del cuneo fiscale per le assunzioni dei ragazzi e ulteriore potenziamento degli investimenti. Novità per le pensioni, dunque, ancora non prioritarie secondo l’esecutivo per un concreto rilancio dell’economia del nostro Paese, cosa che, come abbiamo spesso spiegato, non sarebbe proprio qui visti i vantaggi che novità per le pensioni di quota 100 e di quota 41 per tutti sarebbero in grado di assicurare sia da un punto di vista di rilancio occupazionale sia da un punto di vista di risparmi, seppur nel lungo periodo.

In questa divisione tra maggioranza ed esecutivo, mentre quest’ultimo tenderebbe ancora a rimandare l’attuazione di profonde novità per le pensioni, l’attuale maggioranza guidata da Renzi, perché animata da una logica del consenso in vista di prossime elezioni, si sarebbe detta aperta a:

  1. sostenere novità per le pensioni con blocco parziale delle aspettative di vita, soprattutto per particolari tipologie di attività come precoci e usuranti;
  2. migliorare le condizioni di accesso all’ape social, con un ulteriore aumento budget, e alla quota 41;
  3. definire novità per le pensioni per le donne.

Le attese di ulteriori modifiche in tal senso potrebbero essere soddisfatte con il prossimo Def che, secondo quanto riportano le ultime notizie, potrebbe contenere ulteriori modifiche per le novità per le pensioni di ape social e quota 41 ad essa collegata. L’ipotesi al vaglio sarebbe, come già spiegato, quella di inserire tra le categorie di persone che possono accedere all’ape social senza alcun costo anche le donne, riconoscendo loro uno sconto contributivo di due anni tale da permettere il raggiungimento dei requisiti richiesti dall’ape social entro i tempi stabiliti.

L’Ape social per le donne potrebbe così sostituire l’opzione donna per permettere alle lavoratrici di lasciare anzitempo la propria occupazione. Decisamente più complesso, poi, risulterebbe il capitolo relativo alla richiesta di novità per le pensioni con revisione del sistema delle aspettative di vita, che potrebbero essere temporaneamente congelate con conseguente definizione di sistemi di uscita prima per determinate categorie di persone come precoci e usuranti per poi pensare ad un successivo congelamento definitivo delle stesse. Ma per ora è difficile portare concretamente avanti questa novità per le pensioni per pensioni anticipate.







Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il