Pensioni aprile 2020, calendario ufficiale pagamenti INPS e alle Poste. Date e giorni aggiornati

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Pensioni aprile 2020, calendario ufficia

Coronavirus, nuovo calendario ufficiale pagamenti pensioni

Sono gli anziani i più vulnerabili dal coronavirus e da qui la decisione di rimodulare le scadenze dei pagamenti delle pensioni e creare un maggior numero di scaglioni.

Lo scenario creato dalla diffusione del coronavirus è tale da aver messo in discussione certezze acquisite. Pensiamo anche all'appuntamento con le pensioni che ha subito un cambiamento già nel mese di aprile.

Da una parte occorre infatti tutelare il diritto dei pensionati a riscuotere l'assegno previdenziale che spetta per legge, ma dall'alta bisogna fare i conti con una Italia quasi paralizzata in cui i contatti tra le persone sono praticamente azzerati.

Da qui la decisione del governo, in collaborazione con l'Inps, di stravolgere il calendario dei pagamenti.

Anche perché, non dimentichiamolo, sono proprio gli anziani i più vulnerabili dal coronavirus e in un periodo di profonda incertezza come quello attuale e di tempistiche tutte da decifrare, rimodulare le scadenze e creare un maggior numero di scaglioni è di fatto una decisione inevitabile.

Vediamo allora nel dettaglio come cambia il calendario ufficiale dei pagamenti delle pensioni da parte dell'Istituto nazionale della previdenza sociale attraverso gli uffici delle Poste italiane. Più esattamente, vediamo

  • Coronavirus, nuovo calendario ufficiale pagamenti pensioni ad aprile 2020
  • Pensioni, date e giorni aggiornati del pagamento delle pensioni

Coronavirus, nuovo calendario ufficiale pagamenti pensioni ad aprile 2020

La primissima data da segnare sul calendario per conoscere quando verrà pagata la pensione è il 26 marzo 2020. Proprio così, la decisione assunta è stata quella di anticipare il versamento della mensilità di aprile. E la stessa cosa succede con i due mesi immediatamente successivi.

La seconda novità riguarda l'ampio scaglionamento dei pensionati: non tutti possono infatti andare a riscuotere l'assegno nello stesso giorno, ma viene appunto previsto una distribuzione mirata e contingentata per evitare la formazioni di lunghe ed estenuanti code agli uffici postali.

Appare quindi chiaro che non tutti i pensionati sono interessati dalla riscrittura del calendario, ma solamente quelli che riscuotono la pensione in contanti e non quelli che ricevono l'accredito sul libretto.

Pensioni, date e giorni aggiornati del pagamento delle pensioni

Ricordando la rivalutazione al 100% delle pensioni dal prossimo mese di aprile 2020, oltre all'annuncio dell'Inps del pagamento degli arretrati, le tre date da ricordare sono dal 26 al 31 marzo per l'assegno di aprile 2020, dal 27 al 30 aprile per l'assegno di maggio 2020, dal 26 al 30 maggio per l'assegno di giugno 2020.

In riferimento al solo mese di aprile, gli scaglioni di ingresso agli uffici postali sono i seguenti: giovedì 26 marzo i pensionati con la lettera del cognome dalla A a B, venerdì 27 marzo dalla C alla D, sabato 28 marzo dalla E alla K, lunedì 30 marzo dalla L alla O, martedì 31 marzo dalla P alla R, mercoledì primo aprile dalla S alla Z.

Per quanto riguarda i mesi di maggio e giugno, di cui è stato già annunciato l'anticipo, Poste Italiane comunicherà i seguito date e giorni in cui i titolari delle prestazioni previdenziali potranno presentarsi agli uffici postali per riscuotere quanto dovuto.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: