Calcolatore pensione netta 2018: simulatore online quando andare e calcolo importo

Ecco come fare a calcolare l'importo dell'assegno previdenziale alla luce delle ultime novità per le pensioni.

Calcolatore pensione netta 2018: simulat

Pensioni calcolo nel 2017


Pensioni ultime notizie: i simulatori per il calcolo delle pensioni online su Internet sono molti ma si possono dividere in tre categorie principali:

  1. Calcolo pensioni quando si può andare
  2. Calcolatore pensione netta, l'importo che si prenderà
  3. Calcolo pensioni sulle novità per le pensioni per uscire prima

​Infatti, tutti i calcolatori attualmente online spiegano quando e come e con che importo si potrà uscire nel 2018, considerando anche le novità per le pensioni delle mini pensioni con oneri e senza oneri e quota 41 ormai ufficiali.

Quando potrò andare in pensione?

A quale età? E con quale pensione, ovvero con quale assegno? Quanto prenderò? Sono queste le domande che si pongono milioni di italiani dopo le varie novità per le pensioni e in generale dopo le tante ultime notizie e ultimissime. E i simulatori online e calcolatori migliori sono già in grado di dare risposte per il 2018 e non solo.

Simulatore quando andrò in pensione

Per valutare con cognizione di causa se esistono le condizioni per scegliere la stretta del congedo un po' prima rispetto a quanto previsto della norme sulle pensioni, occorre procedere con i necessari calcoli preventivi. Solo in questo modo è possibile capire la convenienza delle novità per le pensioni rispetto alle personali posizioni. Prima di rivolgersi a Caf e commercialisti, è possibile procedere in autonomia sfruttando uno dei tanti simulatori online gratuiti offerti dalla Rete. Uno di questi è proprio il nostro, gratuitamente sfruttabile senza l'installazione di software esterni, aggiornato alle ultime notizie pensioni che permette cdi effettuare il calcolo della pensione netta.

Non ci sono difficoltà nel suo utilizzo: basta inserire pochi dati ovvero la pensione netta, quella che si otterrebbe in base all'attuale legge previdenziale, il numero di mesi di uscita anzitempo, da un minimo di 6 mesi a un massimo di 43, la somma che si desidera tra il 70% e il 100%, l'appartenenza a categorie tutelate tra disabili, disoccupati da lungo termine, assistenti a disabili, attività faticose, l'assicurazione proporzionale, il tasso interesse in favore degli istituti di credito. I risultati sono otto: calcolo pensione netta percepita al mese; la rata da pagare per la restituzione con interessi inclusi per 20 anni; l'assicurazione mensile; eventuali detrazioni; la rata della pensione percepita dopo i 36 mesi di anticipo, la percentuale decurtata, il totale della pensione per chi smette anzitempo, l'importo finale da corrispondere.

Calcolatore pensione netta

Non si tratta naturalmente dell'unica opportunità e un'altra strada percorribile è quella di irpef.com. E’ anche possibile sapere quando andrò in pensione con il simulatore del quotidiano economico-finanziario il Sole 24 Ore: l'intera procedura è eseguibile online e permette di conoscere decorrenza della pensione, età al pensionamento, tasso di sostituzione, anzianità contributiva complessiva, tipo di calcolo, pensione netta di vecchiaia, reddito netto ante pensione e differenza. Anche lo stesso Inps propone il servizio di calcolatore della pensione netta: basta accedere alla sezione La Mia Pensione del sito ufficiale, inserendo il proprio Pin ordinario. Se non si è in possessi del pin è possibile richiederlo direttamente online tramite la sezione Il Pin online.

Pensione 2018: quali sono i requisiti

Quali sono i requisiti ordinari per andare in pensione nel 2018? Per la pensione di vecchiaia gli uomini e le lavoratrici del comparto pubblico ancora per quest’anno 2018 devono raggiungere 66 anni e 7 mesi di età; le lavoratrici del settore privato 65 anni e 7 mesi, quelle autonome andranno a 66 anni e 1 mese. La contribuzione richiesta è di 42 anni e 10 mesi per gli uomini, di 41 anni e 10 mesi per le donne. Dal prossimo 2019, invece, per effetto dell’adeguamento dell’età pensionabile alle aspettative di vita, l’età per andare in pensione salirà per tutti, arrivando a 67 anni.

Per quanto riguarda la pensione anticipata, è legata al raggiungimento dei requisiti contributivi e le regole per la pensione anticipata per quest’anno sono le stesse previste per il 2017. Non cambiano, dunque, requisiti: per le donne è necessario ancora maturare 41 anni e 10 mesi di contributi; un anno in più per gli uomini, per cui servono quindi 42 anni e 10 mesi di contributi. Una novità per le pensioni anticipate riguarda i lavoratori precoci che all’età di 19 anni già avevano maturato almeno 12 mesi di contributi. In tal caso possono andare in pensione al raggiungimento dei 41 anni di contributi.

Per quanto riguarda la pensione di vecchiaia, è invece legata al raggiungimento dell’età pensionabile. Anche in questo caso per quest’anno i requisiti di pensione restano gli stessi dell’anno e per collocarsi a riposo bisogna raggiungere i 66 anni e 7 mesi, sia per gli uomini che per le donne, lavoratori dipendenti pubblici e privati.







Puoi Approfondire